Domenica Luca Violini in "Amore 414"

2' di lettura 09/11/2018 - Domenica 11 novembre alle ore 18, a Fabriano, presso la Sala del Commiato "Infinitum" ( Via Pietro Nenni 1) il doppiatore Luca Violini, accompagnato al pianoforte dal tango appassionato magistralmente suonato da Davide Caprari, proporrà lo spettacolo di RadioTeatro "Amore 414" un monologo, scritto da Giovanna Cucinotta, ispirato alla black comedy, in cui a parlare è il Cimitero, si proprio lui, quel luogo apparentemente silenzioso in cui brulica, in forme completamente diverse, la Vita

E chi poteva immaginare che il Cimitero, da sempre luogo della memoria e dell’eterno riposo, potesse diventare all’improvviso il protagonista ironico e irriverente di uno spettacolo che fa ridere?

Perché con quel suo aspetto “imbalsamato”, il Cimitero, da sempre se ne sta lì, fermo, immobile, in silenzio, all’ombra dei cipressi e diciamocelo a qualcuno fa anche un po’ impressione. Ma non abbiate timore, come il migliore degli psicanalisti, non racconterà ad anima viva i segreti che vorrete confidargli… ad eccezione dei presenti naturalmente!
Perché certe storie sui morti servono proprio per ricordare a noi vivi l’importanza di esser vivi.
Così sulle note di un tango appassionato, il Cimitero ci racconterà di Augusto, Manuel, Olga, Rebecca ed Esperanza. Seppelliti nel lotto n° 414, uno spazio destinato ai cadaveri non “reclamati” da nessuno, i poveretti non riescono a rassegnarsi alla loro condizione di defunti! Perché chi è morto per amore proprio non ne vuol sapere di morire e chiede ancora amore… amore… amore…

La scelta di far raccontare al Cimitero la storia dei 5 personaggi che sono tutti morti per amore , anche in maniera molto paradossale, è molto poetica in quanto la loro condizione di defunti sottolinea al meglio la forza di questo sentimento potentissimo che non conosce fine. Non a caso la radice etimologica della parola “amore” è a-mors che vuol dire appunto senza morte… l’amore ci rende immortali! L’unica cosa che sopravvive a noi stessi è la nostra capacità di amare e di essere amati. Oltrepassa ogni logica e paura, supera persino la nostra stessa volontà di sfuggire all’amore.

Insomma, uno spettacolo di RadioTeatro, divertente, da non perdere, in cui, come sempre, Luca Violini offre una straordinaria prova di bravura sia nella recitazione che nella regia.

Ingresso libero.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2018 alle 10:53 sul giornale del 10 novembre 2018 - 235 letture

In questo articolo si parla di spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1dm