Mergo: tre giorni musicali di grande rilievo chiusi da un concerto barocco a San Lorenzo

15/11/2018 - La Chiesa di San Lorenzo, per l’acustica, e l’Organo Storico dell’organaro di Montecarotto “Sebastiano Vici – 1790 ca”, per l’altissimo valore musicale, sono stati scelti per la registrazione di un cd di musiche seicentesche e settecentesche di autori Abruzzesi.

Da 16 al 18 novembre 2018 verranno registrate le sonate di Michele Mascitti (Villa Santa Maria di Chieti 1664 – Parigi 1760) per arco e basso continuo, le sonate per clavicembalo, violino, violoncello ed organo di Fedele Fenaroli (Lanciano 1730 - Napoli 1818) e le sonate di Fornaci per organo (di quest’ultimo si sa poco), le sue musiche sono state ritrovate e saranno suonate e registrate per la prima volta, sono assolutamente inedite.
Il progetto di registrazione di musiche di questi importanti autori abruzzesi, viene portato avanti dall’Associazione ENSMBLE 900 con sede a San Valentino in Abruzzo Citeriore in provincia di Pescara, che si occupa della promozione del patrimonio musicale.
L’associazione interviene nelle organizzazioni di eventi importanti, a favore sia del patrimonio culturale della regione Abruzzo e per la divulgazione della stessa in campo nazionale e internazionale. Da moltissimi anni l'associazione Ensemble'900 si dedica all' organizzazione della stagione di concerti di Musica Antica denominato "Seicentonovecento" con l'utilizzo di strumenti d'epoca del diciassettesimo e diciottesimo secolo, e fregiandosi nel corso degli anni di importanti riconoscimenti in campo nazionale.
Appuntamento conclusivo, con INGRESSO LIBERO,

Domenica 18.11.2018 ORE 18.00 nella Chiesa di San Lorenzo Martire, con il CONCERTO BAROCCO.
In tale occasione potranno essere ascoltati i brani oggetto di registrazione suonati da importanti ed apprezzati musicisti: Organo: MAURIZIO MAFFEZZOLI, Clavicembalo: STEFANIA DI GIUSEPPE, Violino: PIERLUIGI MERCATTINI e GIOVANNI ROTA e Violoncello: GALILEO DI ILIO
L'organo della parrocchiale di San Lorenzo a Mergo è opera di Sebastiano Vici (1755 – 1830), certo il più autorevole esponente della scuola organaria che fiorì a Montecarotto durante il XVIII secolo, probabilmente riconducibile a quel frate Oliviero che nel 1513 costruì il primo organo documentato per la basilica lauretana e più tardi affermatasi con il canonico Benedetto Antonio Fioretti e i suoi numerosi allievi, tra cui Saverio Vici, padre di Sebastiano.
Alla medesima bottega sono pure riconducibili importanti organari marchigiani e non attivi tra la fine del XVIII e la prima metà del XIX secolo, tra questi il noto allievo perugino Angelo Morettini.
Nel 2017 si è concluso un restauro storico e conservativo di grande pregio, opera della Bottega di Michel Formentelli di Camerino, che ha consentito il pieno recupero dello strumento a una condizione prossima a quella originaria, nel rispetto dei criteri dell’attuale orientamento filologico al fine di restituire allo strumento la propria autenticità, la corretta pronuncia dei corpi sonori e l’originaria qualità espressiva dei suoi registri.
In occasione della conclusione del restauro è stato presentato anche il volumie “L’organo della chiesa parrocchiale di San Lorenzo di Mergo – Sebastiano Vici 1790 ca.”, redatto dal Prof. Mauro Ferrante figura di grande rilievo nel settore in quanto oltre ad essere organista, compositore, docente al conservatorio “Rossini” di Pesaro ed ispettore onorario per gli organi storico delle Marche, ha anche svolto la direzione di lavori di restauro dell’organo per conto della Soprintendenza per l'Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche. In occasione della tre giorni di registrazioni, non saranno attive la campane della Chiesa, la campana dell’orologio e chiuso al traffico il centro storico, il tutto il centro storico al fine di non rovinare le registrazioni in atto.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2018 alle 18:59 sul giornale del 16 novembre 2018 - 256 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Mergo, concerto barocco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1qB