Ginnastica: emozioni per il "campionato più bello del mondo"

26/11/2018 - La terza tappa del "campionato più bello del mondo" che si è svolta in questo week-end a Fabriano, perfettamente organizzata dalla Faber Ginnastica Fabriano, è stata davvero emozionante sotto molti aspetti non solo perché l'accademia Fabrianese si aggiudica anche questa volta la vittoria (la terza di fila), ma anche perché le nostre ragazze erano chiamate a dare una prova di "testa e cuore".

Scendere in pedana in casa davanti ad un foltissimo e calorosissimo pubblico, era per le ginnaste estremamente emozionante ma dovevano comunque mantenere la concentrazione e la determinazione a far bene, non solo per loro, per tutto il nostro staff tecnico che le segue minuziosamente con estrema dedizione ma anche e soprattutto per la nostra città. Tappa quindi non facile anche perché molte squadre compresa la nostra non avevano il supporto della straniera, infatti Udine e Fabriano due delle tre contendenti alla corsa allo scudetto ne erano prive, ma Armonia d’Abruzzo anche lei in corsa per lo scudetto aveva invece il supporto della straniera che eseguiva due esercizi. Ma oltre questo le nostre ragazze per motivi di regolamento, secondo il quale ogni ginnasta deve in ogni tappa avere un attrezzo diverso, si trovavano in questa tappa, vuole il caso, alcune di loro con l'attrezzo meno congeniale.

La gara sin da subito dimostra di essere molto tirata, molte squadre incappano in vari errori comprese le avversarie di Chieti ed Udine. Pronte e determinate, spinte anche da un caloroso tifo con il "tamburo di Fabriano" divenuto ormai famoso, partono come al solito con il frizzante corpo libero di Serena Ottaviani con il quale ottengono un ottimo 13.250. Poi è la volta del nostro capitano Milena Baldassarri che come al solito non tradisce le aspettative e mette a segno un'ottima fune da 17.450. Il bronzo olimpico Talisa Torretti scende con il cerchio e ognuno di noi è tornato con il pensiero alle notti magiche argentine, un cerchio impeccabile che vale 16.850. Sofia Raffaeli chiamata in pedana alla palla, determinata come al solito, mette a referto un 16.900 stratosferico considerato il fatto che è ancora una junior. Di nuovo il capitano Baldassarri questa volta alle clavette e qui il pensiero torna a Sofia, clavette emozionanti da brivido che valgono 18.100. Faber Ginnastica Fabriano termina la sua rotazione con il nastro di Talisa Torretti, attrezzo come ben sappiamo insidioso, che porta spesso a incappare in qualche errore e che "paga" meno degli altri, ma nonostante qualche sbavatura la fabrianese conclude un buon esercizio da 14.450.

Faber Ginnastica Fabriano si aggiudica la tappa, ipotecando seriamente il titolo, seconde le abruzzesi di Armonia, terze le "outsider" di Eurogimnica Torino spinte anche da un'ottima Nina Corradini, che si allena in maniera continuativa qua a Fabriano. Udine purtroppo finisce fuori podio, soltanto quarte. È doveroso il ringraziamento da parte della Faber Ginnastica Fabriano al Comune di Fabriano e a tutta l'amministrazione comunale che ci hanno permesso di poter organizzare questa tappa in casa nostra in maniera impeccabile. Ringraziamo anche il folto e caloroso pubblico che ha invaso la nostra cittadina e il nostro Pala Guerrieri, persino due pulman arrivati da Fontivegge (PG) stracolmo di ragazzine accorse per vedere le loro beniamine. Ed ora appuntamento a San Sepolcro il 15 dicembre, per la quarta e ultima tappa quella che assegnerà il titolo di squadra Campione D'Italia. Avanti tutta Faber Ginnastica Fabriano! !





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2018 alle 14:37 sul giornale del 27 novembre 2018 - 208 letture

In questo articolo si parla di sport, fabriano, ginnastica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1Mq