Sassoferrato: XX edizione per il Presepe vivente di Coldellanoce

20/12/2018 - XX edizione per il Presepe vivente di Coldellanoce, nato nel 1998 quasi per caso con una rappresentazione in forma ridotta alla fine della Messa di Mezzanotte. Da allora sempre più entusiasmo e partecipazione ha contraddistinto l’evento che coinvolge l’intero paese e non solo.

La rappresentazione che vede oltre ottanta figuranti, spesso testimoni della loro stessa professione, si snoda per le viuzze del caratteristico paesino, piccola frazione, ai piedi del Monte Gallo a circa 4 chilometri da Sassoferrato. C’è il fabbro, il falegname, il coltivatore, il pastore, il venditore di semi, di pane, di olio, di vino; c’è chi cuce, chi ricama, chi disegna, chi scrive; e, per la gioia dei bimbi , tantissimi animali. Iniziando dall’annunciazione, ogni vicolo, ogni angolo diventerà scenografia di un teatro a tappe che ospiterà e proporrà agli avventori, scene di vita quotidiana dell’epoca. In questo modo più che una rappresentazione la suggestiva località di Coldellanoce sembrerà trasformata in un vero e proprio Presepe. Un’atmosfera speciale, quasi magica, avvolgerà il presepe che riempirà le vie del borgo dalle 17,30 fino alle 19,30 del 26 e del 30 dicembre regalando la poesia del Natale.

Altro evento ormai diventato appuntamento è il Presepe Tradizionale realizzato a Cantarino, piccola località sentinate ai confini con la provincia di Pesaro Urbino. Giunto alla sua XXIX edizione (si potrà visitare dal 24 dicembre al 6 gennaio) offre, in una cornice immersa in una scenografia naturale e in un suggestivo silenzio, un presepe ricco di giochi di luce, percorsi di acqua corrente con riferimenti a luoghi naturali locali e storia di miniera che rendono interessante ed affascinate la visita. Il presepe, realizzato con maestria e dovizia di particolari, è allestito grazie all’impegno e al lavoro dei pochissimi abitanti del luogo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2018 alle 10:25 sul giornale del 21 dicembre 2018 - 798 letture

In questo articolo si parla di attualità, sassoferrato, Comune di Sassoferrato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a2Gb