Sassoferrato: bimba di 11 anni intossicata da monossido muore, grave il fratello

1' di lettura 11/01/2019 - Tragedia nella notte in un'abitazione della località Aspro-Coldellanoce di Sassoferrato. Una bambina di 11 anni è morta a causa di un'intossicazione da monossido di carbonio. Il fratello di 7 anni, invece, è stata trasferito presso la camera iperbarica Adriatica di Fano, dove in questi giorni sono stati condotti anche i baby-calciatori di Matelica e una famiglia di romeni residente a Pergola.

Ad accorgersi della tragedia, venerdì mattina, i genitori che si sono recati nella loro cameretta per svegliarli e portarli a scuola. Immediata la chiamata al 118. Sul posto anche i vigili del fuoco di Arcevia e Fabriano che hanno soccorso i quattro occupanti. Successivamente è intervenuto il personale del nucleo specialistico N.B.C.R. (nucleare, batteriologico, chimico e radiologico) per monitorare con attrezzature specifiche i locali dell’appartamento interessato.

I vigili del fuoco raccomandano di fare particolare attenzione in quanto “Il gas tossico è infido perché non si avverte alcun odore né colore. Si produce negli impianti e stufe installati male, o non mantenuti correttamente, e nei locali chiusi senza alcun spiraglio di aerazione. Si raccomanda pertanto a tutta la popolazione di affidarsi a tecnici abilitati per sottoporre l'integrità e la pulizia della canna fumaria, nonché la conformità alle norme tecniche del proprio impianto o apparecchio, ed evitare assolutamente il fai da te”.

Sul posto anche i carabinieri che indagano sull'accaduto. Sgomento nella zona per la terribile notizia.








Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2019 alle 10:06 sul giornale del 12 gennaio 2019 - 1514 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, redazione, sassoferrato, ambulanza, intossicazione, intossicazione da monossido di carbonio, Sara Santini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3aU