Sassoferrato: al via la ''Combriccola'', progetto per contrastare l'isolamento sociale degli anziani

02/02/2019 - La sezione locale dell’Associazione, molto attiva e presente nel territorio, in collaborazione con il Comune e l’AUSER Sentinum, associazione di volontariato e di promozione sociale, darà il via a questa importante iniziativa che sarà attiva da febbraio a dicembre 2019.

Il progetto scaturisce dal desiderio di creare i presupposti per un invecchiamento all’insegna del benessere e permettere all’anziano di vivere la sua età in modo dinamico e divertente. Si tratta di mettere a disposizione uno spazio e un tempo offerto a persone anziane con e senza disturbi cognitivi. Il tutto basato sul principio della condivisione e dello star insieme per conoscere, imparare, socializzare ed allenare la mente, mantenersi vivi e attivi. Il servizio è rivolto agli over 70 uomini e donne, con e senza disturbi cognitivi e senza disabilità fisiche importanti. Gli obiettivi che l’iniziativa si pone sono estremamente importanti e vanno dal contrastare l’isolamento sociale, al prevenire il decadimento cognitivo, dall’aumentare il benessere al migliorare il tono dell’umore e la qualità di vita, il tutto con la finalità di ridefinire la propria condizione di anziano in senso attivo e positivo.

Gli esperti parlando delle attività proposte affermano: “gli incontri saranno strutturati sulla base di varie attività: l’attività di stimolazione cognitiva con attività cognitive mirate ad affrontare in modo ottimale i cambiamenti strutturali età-correlati, preservando più possibile la funzionalità cognitiva e compensando eventuali già presenti perdite. Verranno inoltre proposte attività occupazionali, si tratta di esercizi ludici che vanno dalla manualità fine a veri e propri giochi di gruppo. Verrà praticata la reminescenza, cioè l’attività di ricordarsi e raccontarsi, esercizio fondamentale in quanto è proprio questo ricordarsi e raccontarsi che dà continuità all’identità della persona. Non mancheranno uscite ludico culturali, si organizzano, infatti, per il gruppo sia uscite ludiche (pranzi/cene fuori, cinema, merende) che, laddove possibile, culturali (visita luoghi di culto o di interesse). E’ inoltre previsto l’insegnamento e la pratica nell’utilizzo di dispositivi tecnologici: qualora i membri del gruppo avessero a disposizione, o avessero la possibilità di procurarsi un cellulare, verranno strutturati incontri appositi per imparare in modo efficace ad utilizzare il cellulare.

Ogni attività verrà adattate al livello cognitivo/motorio dei partecipanti.” Nella pratica la “combriccola” prevede un incontro pomeridiano quindicinale che si terrà nel “Centro Anziani” di Sassoferrato, in Piazzale Dante 3 e in alcune occasioni si organizzeranno uscite sul territorio, grazie alla preziosa collaborazione con il Comune e con dall’Associazione Auser Sentinum sarà infatti garantito il servizio di trasporto. I partecipanti verranno inseriti nel gruppo previo colloquio conoscitivo e valutazione cognitiva, già effettuata per il gruppo di Sassoferrato che quindi è pronto a partire. Il risultato principale che ci si prefigge di ottenere è un miglioramento del benessere psico-fisico dell’anziano, aiutandolo a combattere la solitudine ed il declino cognitivo e nel contempo si cercherà di creare una dimensione ottimale per l’anziano in cui può vivere appieno il suo tempo ed il suo spazio, senza mai perdere l’entusiasmo e la voglia di divertirsi insieme.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2019 alle 12:51 sul giornale del 04 febbraio 2019 - 217 letture

In questo articolo si parla di attualità, sassoferrato, Comune di Sassoferrato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3Tc