Rinnovato l’impegno della Regione a favore dei turisti che necessitano di nefrodialisi

dialisi 27/03/2019 - Dall’anno 2009 la Regione Marche ha raccolto l’appello della ANED ed ha organizzato un progetto per favorire turisti che necessitano di trattamenti nefrodialitici. Impegno rinnovato dalla giunta regionale che, dal 2017, in accordo ANED, ha ampliato il periodo di interesse del progetto dalle festività pasquali fino ai mesi estivi.

Durante la riunione del Comitato Tecnico Scientifico Regionale per l’ Insufficienza renale cronica del mese scorso sono stati valutati i risultati raggiunti in ambito di dialisi estiva ed è stato apprezzato il modello organizzativo che permette di trascorrere vacanze estive serene avendo a disposizione un centro nefrodialitico di riferimento al quale rivolgersi.

Soddisfazione per la significativa fidelizzazione dei turisti-pazienti che si affidano ogni anno in occasione delle ferie estive ai Centri nefrodialitici marchigiani dei quali apprezzano la qualità del servizio offerto e la disponibilità dei professionisti che vi lavorano.

Grazie all’importante contributo dei Centri che insistono sulle località costiere (Senigallia, Civitanova Marche, Fermo – Porto San Giorgio) e nelle zone interne (Fabriano e Tolentino), lo scorso anno si è registrato un incremento dell’ utenza rispetto al 2017: i turisti che si sono rivolti ai servizi nefrodialitici marchigiani nel 2018 sono aumentati da 143 a 169 (aumento del 28,9%), provenivano dalle province di Roma, Milano, Perugia oltre a 7 stranieri.

In particolare sono state erogate 1440 prestazioni complessive a fronte di 1234 dell’anno 2017 (incremento dell’11.46%), di queste 527 dialisi sono state espletate in orario notturno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2019 alle 12:15 sul giornale del 28 marzo 2019 - 179 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5OF