Firmato protocollo d’intesa per la "Consulta Permanente per lo Sviluppo del Territorio" dell’Università di Camerino

29/03/2019 - L’Università di Camerino interpreta in maniera straordinaria una funzione catalizzatrice in quanto le Marche sono composte da tante piccole realtà che prese singolarmente sono straordinarie per le proprie bellezze, ma non per la massa critica di cogliere le opportunità che si presentano.

Avere questo punto di riferimento in grado di mettere insieme la frammentazione aiutando i territori è strategicamente fondamentale. La Regione guarda con molto interesse a questo accordo affinché dentro i territori ci sia una governance condivisa per trovare quella capacità aggregativa. Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, durante la presentazione del protocollo d’intesa per la “Consulta Permanente per lo Sviluppo del Territorio”.

L’Università di Camerino ha avviato da diversi anni la “Consulta Permanente per lo Sviluppo”, di cui fanno parte i Comuni di Camerino, Castelraimondo, Fabriano, Matelica, San Severino Marche e Tolentino, le Unioni Montane Marca di Camerino, Monti Azzurri e Potenza Esino Musone, la Fondazione Cassa di Risparmio di Macerata, con l’obiettivo principale di individuare e condividere le strategie più opportune per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio, anche attraverso l’utilizzo delle competenze e dei risultati della ricerca dell’Ateneo. Con questo protocollo d’intesa, si avvia una riconfigurazione della Consulta, che, oltre ad implementarne l’efficacia e l’efficienza, potrà renderla più riconoscibile sul territorio regionale, identificandola in una struttura strategica per il territorio.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2019 alle 16:33 sul giornale del 30 marzo 2019 - 190 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, università di camerino, marche, Unicam, Consulta Permanente per lo Sviluppo del Territorio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5UY