Genga: residui amianto e discariche a cielo aperto trovate dalla Pro Loco nella 2^ 'Giornata Ecologica'

2' di lettura 30/04/2019 - Nella precedente Giornata Ecologica, organizzata dalla Pro Loco di Genga sono stati ben venticinque i quintali di rifiuti recuperati e poi smaltiti grazie ai mezzi messi a disposizione dalla ditta di trasporti Leli & Galatelli.

Purtroppo, e spiego subito il perché del purtroppo, nella seconda Giornata Ecologica sempre effettuata dalla Pro Loco oltre alle bottiglie di vetro, parco gomme per auto, una vasca, bidè, scarti di plastica, zavorre per lavatrici, residui di estintori ed eternit, televisori, innumerevoli sacchetti di immondizia di ogni genere, nei pressi del bivio di Genga, aree adiacenti l’ex stabilimento “Cipriani”, sono stati trovati residui di amianto.

Non è tutto, in quanto il “bottino” della caccia ai rifiuti raccolti dai venti volontari del sodalizio gengarino, nelle diverse località ripulite: da san Donnino al bivio di Genga, dalle aree adiacenti il Salumificio di Genga a Pontebovesecco, sono state scoperte delle vere e proprie discariche a cielo aperto, particolarmente estese nelle piazzette di sosta oltre agli immancabili rifiuti scelleratamente abbandonati da più tempo e altri “freschi di giornata”.

Pertanto dalla Pro Loco, presidente Mario Bonetti in testa, è partito un sonoro grido d’allarme per la aree di questo municipio che vanta beni culturali, architettonici e naturalisti di primo piano: non fosse altro per le Grotte di Frasassi e non certo ultimo per il Parco della Gola della Rossa.

Preoccupazioni manifestate a gran voce da ognuno di questi meritori cittadini che armati di guanti, pettorine, scarponi, sacchi, corde e verricelli ci hanno raccontato non senza un pizzico di rabbia la tante, gravose e sconsolate scoperte effettuate tra boscaglie, pendici, scarpate ma anche spianate delle zone gengarine.

Ora, in attesa di organizzare altri momenti del genere, considerata l’entità del fenomeno, la Pro Loco auspica che cittadini e non soltanto loro, assumano sempre più atteggiamenti virtuosi e mettano al bando l’inciviltà, il malcostume di abbandonare i rifiuti nel rispetto dell’ambiente e delle persone, impegnandosi anche a coinvolgere sempre più persone in questo opera meritoria che non è soltanto un problema ambientale ma anche di decoro urbano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2019 alle 11:55 sul giornale del 02 maggio 2019 - 526 letture

In questo articolo si parla di attualità, genga, Daniele Gattucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6XQ





logoEV