Inaugurata la nuova sede della Associazione Noi Come Prima

Noi come prima 2' di lettura 17/05/2019 - Inaugurata, in via Cesare Battisti 11, la nuova sede della Associazione Noi Come Prima: tre stanze, ampie accoglienti, luminose ed attrezzate. Taglio del nastro avvenuto in occasione dei dieci anni di attività in favore delle donne che hanno subito una operazione al seno.

“Progettare il nostro futuro” la parola d’ordine tra queste fantastiche signore che per il solo fatto di incontrarle, scambiare opinioni, ascoltarle nel racconto del loro lavoro di sensibilizzazione su un tema così delicato, fa vivere emozioni molto forti. Organizzare le giornate, definire programmi, voglia di vivere muovendo dalle piccole cose, carica queste persone speciali che si sono costituite il 27 aprile del 2019 dopo un lungo tirocinio di preparazione presso l’Unità Operativa di Oncologia del “E.Profili” attuato insieme ai Medici e al personale di questo reparto che, come la stessa Associazione rappresenta un altro fiore all’occhiello della nostra città.

Oggi costituiscono un gruppo stabile di oltre trenta socie con le fondatrici sempre legate da una profonda amicizia che si prodigano in una infinità d’iniziative per raccogliere fondi destinati al mantenimento della sede (pigione, canoni utenze, ecc.) per organizzate corsi di yoga, ginnastica dolce e in piscina e per produrre con sempre migliori risultati manufatti, calendari e quanto altro possa essere proposto nei vari mercatini della città, il più grande quello di Natale, nelle feste di carnevale, nella giornata dei Borghi al Palio e in tutte quelle altre occasioni in cui la creatività manuale, il lavoro (si riuniscono almeno due volta a settimana) creativo (tengono molto a sottolineare questo termine) di queste donne produce.

Orgoglio, forza di volontà, fermezza le portano a continuare a gioire dei traguardi raggiunto giorno dopo giorno, tornando a casa stanche ma molto cariche, felici per dare a loro stesse ma anche a tutte coloro che si avvicinano al “Noi Come Prima” umano e sincero calore, non soltanto fisico ma anche e psicologico. Mi piace ribadire che è un risultato di non poco conto, in quanto a Fabriano, mi hanno detto la presidente Patrizia Corradini, la vice Gianna Catufi, il tesoriere Liliana De Santis e il segretario Ornella Cardarelli “oggi ancora più di ieri, è sempre molto difficile ottenere anche piccoli finanziamenti dalle Istituzioni o altre entità al contrario del tessuto sociale, aperto, sensibile, oltre modo disponibile nel sostenerci, così come la Unità Operativa Oncologica con cui collaboriamo in stretta sinergia da anni.

La voglia di vivere felici, di trasmettere questo messaggio - mi dicono - parte da noi dalle piccole cose, dall’amore delle persone che non ci sono più e da quelle che ti stanno piacevolmente accanto, cogliendo in ogni singola giornata il bello e il buono che la vita ancora ci regalerà”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2019 alle 11:28 sul giornale del 18 maggio 2019 - 723 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Bb





logoEV