Situazione Servizi AV2, Cisl e Fnp: "Diritto alla salute calpestato da scelte meramente economiche"

sanità| 1' di lettura 03/10/2019 - Cisl ed Fnp di Fabriano, esprimono grandissima preoccupazione per quanto indicato nel comunicato della Cisl Fp Sanità del 2 ottobre 2019, in merito alla grave situazione del personale dell’Area Vasta 2 e alle decisioni prese dall’ Asur, circa la mancata riapertura integrale dei servizi ospedalieri e territoriali con conseguenti disservizi per la popolazione, in particolar modo del territorio montano.

E’ inaccettabile questa situazione, il diritto alla salute previsto in Costituzione viene calpestato da scelte meramente economiche, quali il taglio del costo del personale per 4.415.420 euro chiesto dall’Asur all’area Vasta 2, che mettono a rischio la qualità dei servizi.

Queste scelte devastanti della Regione Marche e dell’ASUR sono inaccettabili.

La Cisl e la Fnp di Fabriano chiedono ai Sindaci di Fabriano, Sassoferrato, Genga, Cerreto D’Esi e Serra San Quirico, visto l’incontro avvenuto nella conferenza dei Sindaci di Area Vasta 2 con la dirigenza Asur il 24 settembre a Fabriano, di farsi carico di questo serio problema evitando il solito ping-pong politico nell’attribuire le responsabilità, agendo rapidamente per il mantenimento dei servizi dell’Ospedale di Fabriano, della tutela dei suoi dipendenti e salvaguardando il diritto alla salute di tutti i cittadini del territorio montano.

La Cisl ed Fnp di Fabriano sarà a fianco dell’Fp Sanità in tutte le iniziative dei colleghi a sostegno delle Lavoratrici e dei Lavoratori dell’Ospedale di Fabriano e dell’ Area Vasta 2.

Da Cisl Marche Area Sindacale Territoriale di Fabriano - Fnp Cisl Pensionati RLS di Fabriano






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-10-2019 alle 15:47 sul giornale del 04 ottobre 2019 - 338 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, cisl, fabriano, fnp, servizi, cisl marche, diritto alla salute, av2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbgp





logoEV