Serra San Quirico: grandi ritorni per la musica sacra di respiro internazionale nella Chiesa di S. Lucia

2' di lettura 28/10/2019 - Un’organista solista, delle voci recitanti, un coro e un direttore all’organo: questi saranno i protagonisti dell’evento capace d’interpretare il territorio e farlo vivere ripercorrendo la storia della musica organistica e corale sacra, per la seconda parte della rassegna “Musica Præcentio”.

Classico per antonomasia, d’epoca ma non démodé, l’evento dedicato alla Solennità di Tutti i Santi rappresenta l’archetipo di uno stile in perpetua ricerca dell’eccellenza, reso possibile anche grazie al Patrocinio della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi.

Tra queste antiche pietre e alla ri-scoperta di un patrimonio architettonico inestimabile insito in un territorio unico per arte, cultura e storia, il Coro “Cardinal Petrucci” di Jesi, sempre diretto dal M° Mariella Martelli, condivide da tempo con l’U.D.A., il Comune e le Parrocchie di Serra San Quirico l’obiettivo di aprire le porte della cultura a quante più persone possibili, certi del valore sociale e umano derivante dalla conoscenza dell’Arte in tutte le sue espressioni. Quindi ecco un nuovo appuntamento cult, dove troveremo una lounge vivace per far vivere le tradizioni musicali sacre con divertimento, colore e ricchezza timbrica, cercando di declinare il tutto in una nuova versione.

La magia barocca sarà rievocata con brani organistici e altri corali, tutti dedicati a un esercizio d’introspezione tramite l’ascolto di questo meraviglioso palinsesto musicale.

Oltre all’iconico Canto gregoriano d’intramontabile eleganza, il Coro eseguirà brani di Autori che continuano a essere un riferimento in fatto di stile ed eccellenza, lasciando emergere gli aspetti più profondi di un evento durante il quale l’ascoltatore sarà trasportato nel tempo e accolto in un’architettura barocca perfettamente conservata.

L’organista solista sarà il M° Irene De Ruvo la quale ci proporrà un programma ricco di bagliori sonori e mix sorprendenti, colori timbrici preziosi con accostamenti audaci, veri protagonisti di questa serata musicale di grande prestigio.

Il programma è dedicato anche alla Custodia del Creato, mettendo al centro il rapporto tra uomo e natura, mescolando paesaggio e arte, trasformando questo happening culturale e spirituale in un raro momento in cui possiamo fare “bene del Bene” anche al nostro pianeta, con un autentico inno alla Vita e con un foliage musicale di grande interesse.

Per tutti noi, fare cultura musicale significa coltivare anche la valorizzazione delle memorie e della bellezza, nel e del territorio in cui viviamo: la memoria uditiva spalanca l’armadio dei ricordi, appesi a un fluire libero di suoni, per entrare in contatto con il nostro sentire più intimo. A ognuno il suo momento, unico e irripetibile, per scoprire con noi la grande Musica in a garden code!

Vi attendiamo giovedì 31 ottobre 2019 alle ore 21,00 presso la Chiesa di S. Lucia in Serra San Quirico: daremo ancora valore anche a questo territorio sempre ricco di molteplici sorprese!








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2019 alle 15:05 sul giornale del 29 ottobre 2019 - 260 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, serra san quirico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcae





logoEV