Sassoferrato: Santa Barbara, Cabernardi si appresta a festeggiare la protettrice dei minatori. Celebrazione anticipata a domenica

2' di lettura 27/11/2019 - Anticipata quest’anno al 1 dicembre la celebrazione della Festività di Santa Barbara a Cabernardi. L’Associazione Culturale “La Miniera onlus”, che si occupa della gestione del Museo e Parco Archeologico dello Zolfo, nonché della conservazione e diffusione del patrimonio storico culturale del luogo, partecipa all’organizzazione degli eventi per celebrare la Festa di Santa Barbara insieme alla Parrocchia di Santa Maria delle Spinelle, al Comune di Sassoferrato all’Associazione Palio della Miniera e all’Associazione Acli “ex Minatori” proponendo un ricco programma degno di una celebrazione che assume per il territorio un profondo significato di devozione e rispetto per la Santa protettrice dei minatori.

Alle 9,00 di domenica 1° dicembre quindi appuntamento presso il Circolo A.C.L.I. per una gustosa colazione; alle 10,00 Santa Messa celebrata nell’Auditorium del Parco; alle 11,00 si snoderà il corteo verso la Cappellina di Santa Barbara dove verrà deposta la corona di alloro in omaggio a tutti i minatori caduti in miniera e recitata la Preghiera dei minatori.

Il pomeriggio prevede: alle 15:15 processione con la statua della Santa dalla Chiesa parrocchiale alla cappellina di S. Barbara guidata da Don Alberto Castellani; alle 16:30, “Santa Barbara e la Miniera. Cultura, Tradizioni, risorse del territorio di Sassoferrato e Genga” presentazione del Progetto Didattico dell’Istituto Comprensivo di Sassoferrato e Genga, giunto al secondo anno di attività, esposizione degli elaborati e proiezione video realizzati dagli alunni, Presso il salone del Circolo Acli.

Da sottolineare a questo proposito la collaborazione instaurata già dallo scorso anno scolastico, tra il Comune di Sassoferrato, la Parrocchia di Cabernardi, nella persona del Parroco Don Alberto Castellani, l’Associazione culturale “La Miniera e l’Istituto Comprensivo Sassoferrato Genga che ha portato alla stesura del progetto condiviso che coinvolge sia la scuola primaria che la secondaria con la partecipazione delle classi IV elementari e II medie dei vari plessi articolato su 3 anni scolastici grazie alla preziosa collaborazione delle insegnanti.

Infine, dalle 17:30, merenda per tutti. Parteciperà il complesso bandistico “Città di Sassoferrato” e come da tradizione, saranno sparati i botti ed in serata spettacolari fuochi artificiali illumineranno il cielo di Cabernardi.

Nell’occasione sarà possibile visitare gratuitamente il Museo Comunale della Miniera di zolfo e il Parco Archeominerario; per richiamare la tradizione di quando ancora la miniera era in funzione e ogni 4 dicembre, proprio nel giorno della ricorrenza, i familiari dei minatori e i cittadini in generale potevano entrare nell’area e guardare da vicino dove lavoravano i propri cari.

L’evento che si caratterizza ormai da anni con cerimonie articolate su 2 giornate prevede alle ore 21,00 del 4 dicembre, la Santa Messa nella Chiesetta del Minatore a Cantarino, e a seguire tutti insieme con Brulè dolciumi castagne e per finire spettacolo di fuochi artificiali.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2019 alle 17:18 sul giornale del 28 novembre 2019 - 607 letture

In questo articolo si parla di attualità, festa, minatori, sassoferrato, Comune di Sassoferrato, cabernardi, santa barbara, protettrice dei minatori, protettrice

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdm2





logoEV