Appalti pilotati a Fabriano, assolto l'ex direttore dell'Asur Piero Ciccarelli

1' di lettura 18/12/2019 - L'ex direttore generale dell'Asur, Piero Ciccarelli, è stato assolto dall'accusa di corruzione nel processo sugli appalti pilotati nella sanità.

Lo ha deciso il gup del Tribunale di Ancona Paola Moscaroli che ha prosciolto con formula piena tre dei sette imputati al processo che avevano scelto il rito abbreviato. Oltre a Ciccarelli sono stati assolti l'ex direttore amministrativo dell'Asur, Alberto Carelli, e uno dei membri della commissione di collaudo dell'appalto al centro dell'inchiesta. Per gli altri quattro imputati è stato disposto il rinvio a giudizio, con il processo che inizierà il prossimo ottobre.

Ciccarelli era accusato di corruzione per un presunto scambio di favori con un'impresa romana legato all'appalto per la realizzazione del centro servizi unificato di Fabriano.

Soddisfatto Oriano Mercante, Segretario di Anaao Assomed Marche: “Conosco Piero Ciccarelli da molti anni e personalmente non ho mai creduto alle accuse infamanti che gli erano state mosse. Per chi come me crede nella giustizia oggi è un bel giorno, tuttavia umanamente non posso dimenticare le sofferenze patite da un amico e da un iscritto storico e per questo gli siamo tutti vicini chiedendoci come sia stato possibile condizionare così la vita di un uomo”.






Questo è un articolo pubblicato il 18-12-2019 alle 15:42 sul giornale del 19 dicembre 2019 - 186 letture

In questo articolo si parla di sanità, cronaca, redazione, asur, corruzione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/befH





logoEV