Atletica Fabriano in festa

8' di lettura 02/01/2020 - C'era una Stella d'Oro, massima onorificenza che il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) assegna alle Società Sportive, da festeggiare, e si sono ritrovati in tanti, anzi, in tantissimi, e del resto anche quest'anno i 250 tesserati dell'Atletica Fabriano recitano un ruolo fondamentale nel panorama sportivo cittadino e regionale.

Così, oltre 200 presenze hanno affollato il teatro San Giovanni Bosco per l'abituale Festa di Fine Anno, in cui vengono premiati i tanti giovani meritevoli di attenzione particolare. Il Comune di Fabriano è stato rappresentato dal Consigliere Euro Cesaroni, ed è stato quanto mai piacevole ritrovare il Prof. Gianfranco Stroppa, storico Allenatore, l'ex Dirigente e Giudice Emidio Sellaretti, l'ex Dirigente e Consigliere Regionale FIDAL, ora Delegato di Zona del CONI, Pino Rosei, il past President Fabrizio Porcarelli.

Graditissima la presenza dell'ex Olimpionico e Mondiale, nonché recordman italiano su tutte le distanze della marcia, Carlo Mattioli, che, dopo aver allenato Giacomo Brandi ora, in perfetta simbiosi con l'Istruttore Fabio Faggeti, si dedica anima e corpo alle Campionesse Italiane Camilla Gatti e Sofia Baffetti. Non poteva mancare il Presidente del Lions Club Mauro Del Brutto, che con la sua presenza ha suscitato ricordi struggenti legati alla figura paterna, quella di Roberto, socio fondatore, indimenticato Presidente Regionale, colui che davvero ha rilanciato l'atletica nelle Marche. Infine, il Presidente dell'Avis Fabriano, Luciano Bano, che ha riservato di recente il suo spontaneo sostegno all'attività della Società Biancorossa.

Il Presidente dell'Atletica Fabriano, da sempre, durante le feste di fine anno, ama circondarsi di solerti collaboratrici sul palco, ed oltre all'infaticabile segretaria Valeria Laurenzi (coadiuvata dai colleghi Sabrina Carrozzi e Mario Gerini) non sono mancate le giovani assistenti di Babbo Natale, le splendide atlete Elisa Maggi, Rachele Stazi, Sara Santinelli e Gaia Ruggeri. Saluti di rito, quelli del Consigliere Comunale Euro Cesaroni, che ha anticipato un interessante servizio di Bus Navetta per prelevare ed accompagnare i giovani atleti presso gli impianti sportivi che frequentano, con auspicabile grande sollievo per le famiglie, e del Delegato del CONI Pino Rosei, artefice, in ambito sociale, di tante iniziative come l'istituzione di una Segreteria quanto mai funzionale e, in quello regionale, di altrettante idee di spessore, poi concretizzate, come il Trofeo 5 Cerchi in particolare, manifestazione di prove multiple riservata alle categorie Ragazzi e Ragazze.

Proprio dai giovanissimi è iniziata la passerella di atleti sul palco. I più grandi, dei 70 Esordienti già tesserati per il 2020: Cristian Battolocchi, Luca Carmenati, Arianna Cimarossa, Marco Corrieri, Francesca Corrieri, Emma Corrieri, Nicolo' Cozza, Thomas Fedeli, Lorenzo Guerci, Maria Sole Mancinelli, Stefano Mandes, Filippo Minelli, Sandy Ori, Matteo Pandolfi, Giosue' Poeta, Giorgia Quaglia, Elena Roscioni,Diego Sotgiu, Elena Sotgiu, Maya Spalletti, Giulio Regini, Letizia Diociaiuti, Serena Diociauti. Il pomeriggio si è spinto avanti, verso le emergenze agonistiche, a cominciare dai Campioni Regionali nelle varie categorie e discipline: Lorenzo Riccioni, Luis Da Silva, Matteo Traballoni, Francesco Lanotte, Filippo Danieli, Sofia Coppari, Matteo Ambrosini, Jacopo Coppari, Federica Carini, Berat Mehmedi, Nicolo' Spadini, Leonardo Piombetti, Giacomo Lorenzini, Sara Santinelli, Andrea Mingarelli, Vesna Braconi, Francesco Ghidetti, Rachele Stazi, Silvia Moretti, Martina Ruggeri, Camilla Gatti, Gaia Ruggeri, Sara Zuccaro, Gianmarco Cecchini, Giulia Lippera, Chiara Capezzone, senza dimenticare i 18 titoli marchigiani conquistati dagli atleti Master. Mai come quest'anno l'Atletica Fabriano è stata presente nei Campionati Italiani di tutte le categorie.

Per i tricolori Junior ed Assoluti, Martina Ruggeri, Sara Zuccaro, Camilla Gatti, Sofia Baffetti, Irene Rinaldi, Gaia Ruggeri, per gli Allievi, Sara Santinelli, Francesco Ghidetti, Nicolo' Spadini, Leonardo Piombetti, Davide Biducci, Vesna Braconi, Andrea Mingarelli, per i Cadetti, Filippo Danieli e Sofia Coppari, per i Ragazzi, Lorenzo Riccioni.Ricordati, tra i Master, Campione d'Italia e Medaglia di Bronzo ai Mondiali Indoor nei 400 metri, MASSIMILIANO POETA, per l'argento tricolore nella staffetta svedese Sandro Petrucci, Enrico Ghidetti, Mario Santori e lo stesso Max Poeta, per il bronzo nel Decathlon Giovanni Feliciani, il bronzo indoor di Sandro Ballelli nei 3000, di Raffaello Piermattei nel lungo.

Il momento più atteso della cerimonia è stato, come sempre, quello riservato agli impareggiabili Campioni d'Italia, d'Europa e del Mondo, Daniel Gerini e Luca Mancioli, che come sempre hanno inscenato un siparietto, con le loro spigliate risposte, che mai avrebbe dovuto avere fine. Tutto ciò ha un nome ed un cognome, perché, se è vero come è vero che gli atleti sono encomiabili, chi li istruisce e li rende tali sono i Tecnici, ed il gruppo di Fabriano è considerevole e formato da Massimiliano Poeta, Giulia Lippera, Angelica Marinelli, Sandro Petrucci, Antonio Gravante, Sergio Balducci, Fabio Faggeti, Renato Carmenati, Pino Gagliardi, Gabriele Archetti, Giorgia Scarafoni, Chiara Poeta. Un risultato di squadra eccellente è stato conquistato con la squadra Assoluta Femminile, che ha avuto la piacevole sorpresa di accedere alla finale nazionale di Serie B, con il cinquantesimo posto in Italia, su oltre 2600 Società affiliate alla FIDAL, diventato poi quarantasettesimo dopo la disputa dell'ultimo atto, quello decisivo a La Spezia.

Le protagoniste di questa impresa, che mancava dal 2015, sono state: Noemi Dolciotti, Sara Santinelli, Giulia Lippera, Silvia Moretti, Elettra Ruggiero, Federica Carini, Benedetta Stazi, Cristina Cipolletta, Lucia Marcellini, Angelica Marinelli, Rachele Stazi, Sofia Baffetti, Vesna Braconi, Martina Ruggeri, Irene Rinaldi, Gaia Ruggeri, Chiara Capezzone, Camilla Gatti, Sara Zuccaro. Gabriele Archetti ha trascinato la sua Squadra Ragazzi "quasi" alla vittoria nel 5 Cerchi ideato da Rosei. E' stato vinto nel 2013 con le Ragazze e nel 2016 con i Ragazzi, quest'anno un secondo posto, con la miseria di 28 punti di disavanzo dagli amici di Porto San Giorgio. Gli artefici di questo secondo gradino del podio sono stati: Lorenzo Ricconi, Luis Da Silva, Francesco Lanotte, Yesuneh Cornelli, Alessandro Malizia, Mattia Poeta, Matteo Traballoni, Thomas Bergamo, Alessio Cozza, Simone Lippera, Lorenzo Salimbeni.

Anche le ragazze in classifica regionale, con il quinto posto ottenuto da Teresa Ninno, Agata Mingarelli, Sohie Passarini, Ludovica Daher, Arianna Salvatori. Anche quest'anno non sono mancati i Record Sociali di nuova istituzione. Per i 60 metri categoria Ragazzi Lorenzo Riccioni, per il getto del peso categoria Cadette Sofia Coppari, per il getto del peso categoria Cadetti Filippo Danieli, peri 100, 200 metri e 4x100 Allievi Francesco Ghidetti, per la staffetta 4x100 Allievi Nicolo' Spadini, Leonardo Piombetti, Davide Biducci, per i 2000 siepi Andrea Mingarelli, per i 10000 e 1500 Junior Rachele Stazi, per il salto in lungo indoor ed Eptathlon Martina Ruggeri, per il getto del peso e lancio del Disco Irene Rinaldi, per la marcia indoor, pista e strada Camilla Gatti, per il lancio del giavellotto Junior ed Assoluto Gaia Ruggeri, per il martello Junior ed Assoluti Sara Zuccaro.

Tante quote rosa, in definitiva, ma non mancano nemmeno i giovanotti, che per la squadra 2020 saranno: Thomas Berrettoni, Andrea Carmenati, Luca Ciappelloni, Francesco Ghidetti, Giacomo Lorenzini, Berat Mehmedi, Nicolas Nucci, Leonardo Piombetti, Federico Ruggeri, Nicolo' Spadini, Jacopo Coppari, Filippo Danieli, Alessandro Giacometti, Matteo Moscatelli, Matteo Stopponi, Matteo Spuri, Gianmarco Cecchini, Mattia Napoletano, Gianluca Balducci, Emanuele De Feo, Domenico Nacca, Lorenzo Sentini, Davidh Stelluti. Il solerte Dirigente, nonché responsabile del Gruppo Master, Enrico Ghidetti, ha richiamato l'attenzione sui Master, questi atleti senza età, incrollabili nella loro passione, premiando i protagonisti di un quinto posto quanto mai pregevole nel Campionato Regionale a Squadre di Cross, ossia, Mario Santori, Antonio Gravante, Sandro Ballelli, Maurizio Buratti, Gianni Minetti, Paolo Costanzi, Amedeo Bucchi, Giorgio Tiberi, Fabio De Luca, Secondo Brandi, Patrizia Cristallini.Tornando ai giovanissimi, da ricordare l'ottimo terzo posto conquistato in Regione dai Cadetti, Matteo Ambrosini, Jacopo Coppari, Filippo Danieli, Mattia Ferranti, Alessandro Giacometti, Matteo Moscatelli, Francesco Ranxha, Matteo Stopponi, Federico Tempestini. In classifica anche le Cadette, Anna Maria Cesaroni, Sofia Coppari, Alessia Rosi, Claudia Ruta, Anna Sbaffi, Japjit Kaur Singh, ora con le nuove Matilde Cesandri, Vittoria Bardella, Alice Verdolini e Agnese Latini. Infine è stato assegnato l'Aryballos, borsa di studio per meriti complessivi, non solo sportivi, che richiama l'atleta ad una condotta esemplare in campo e fuori e ad una media scolastica almeno superiore al 7.

Da un'idea ingegnosa di Massimo Mustica, l'Aryballos (un'ampolla contenente oli essenziali con cui gli antichi greci ungevano il loro corpo per tonificarlo prima di ogni competizione sportiva, che sia stata la corsa, il lancio o il pugilato e la lotta) dai responsabili dell'Atletica Fabriano è considerato come il contenitore ideale di tutti i pregi che un ragazzo/a dovrebbe avere e non soltanto come atleta. A vincere l'Aryballos 2019 (erogato sotto forma di borsa di studio) sono stati: per la categoria Ragazzi/e: Francesco Lanotte, per la categoria CADETTI/E: Anna Maria Cesaroni, per la categoria Allievi/e: Sara Santinelli, per la categoria Junior m/f: Gaia Ruggeri. Sono state sottolineate con energia le strepitose medie scolastiche dei quattro premiati e di diversi altri ragazzi che hanno sfiorato il successo, così come il loro serio spirito agonistico e la convinta ed appassionata appartenenza alla grande famiglia biancorossa. Riposta la Stella d'Oro del CONI nel suo astuccio, la memoria è tornata indietro nel tempo, ai Soci Fondatori, Mario Feliciani, Giulio Romandini, Nelio Scaglioni, Edmondo Giontoni, Antonio Mezzanotte, Febo Faggeti, Edmondo Baldoni, Bruno Borioni, Roberto Del Brutto, Alfredo Rossi, Giorgio Venturini, Gianfranco Ballelli, Balilla Franceschini, Guido Toni, Aldo Pensieri, Stefano Ricciotti, Gianfranco Ballelli ed a tutti coloro che abbiamo avuto la fortuna di conoscere. I grandi valori di lealtà ed amicizia che hanno trasmesso, erano tangibili in platea, in ognuno dei presenti. Ed ora via con il 2020, che esordirà in pista, alle indoor di Ancona, il prossimo 11 gennaio.








Questo è un articolo pubblicato il 02-01-2020 alle 10:06 sul giornale del 03 gennaio 2020 - 647 letture

In questo articolo si parla di sport, redazione, fabriano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/beDl