"Federico condottiero e la città ideale", inaugura la stagione dedicata ai ragazzi

2' di lettura 16/01/2020 - Domenica 19 gennaio si apre il sipario del Teatro Gentile di Fabriano sulla stagione dedicata ai ragazzi, promossa dal Comune con l’AMAT e il contributo di Regione Marche e MiBACT.

A inaugurare il trittico di proposte è lo spettacolo di ATGTP Federico condottiero e la città ideale di Lucia Palozzi, in scena con Enrico Marconi, per la regia condivisa di Fabrizio Bartolucci, Sandro Fabiani e Simone Guerro. Un attore e un'attrice in scena giocano a rappresentare Federico di Montefeltro e gli altri personaggi significativi della sua vicenda storica. Si divertono a montare e smontare, muovendosi con agilità tra il tempo storico e quello contemporaneo, coinvolgono il pubblico in un racconto leggero come il vento di Urbino. Una narrazione a due dal ritmo serrato, fatta di giochi continui e scambi di parti che assicurano un divertimento costante per tutto la durata dello spettacolo. Federico condottiero è un racconto di formazione, nel quale si ripercorrono le tappe della vita di Federico di Montefeltro, dalla figura del figlio non riconosciuto a quella del grande condottiero, attraversando gli incontri più importanti, fino al progetto di Urbino città ideale, nello straordinario clima culturale dell'Umanesimo italiano.

Le vicende storiche costituiscono la cornice del racconto e il pretesto narrativo per parlare di temi assolutamente contemporanei e vicini al giovane pubblico. Federico di Montefeltro diviene l'emblema della capacità umana di immaginare e realizzare progetti, in bilico tra l'aspirazione alla perfezione e la paura del fallimento, tra l'isolarsi nella propria visione e l'imparare a condividerla e a metterla al servizio della collettività. Fin dal primo quadro scenico, nel quale i due attori riproducono il famoso ritratto dei Duchi di Urbino di Piero Della Francesca, lo spettacolo si sofferma più volte a ricreare immagini di famose opere d'arte rinascimentali, delineando lo stile della rappresentazione e suggerendo numerosi spunti per percorsi didattici.

La stagione prosegue il 2 febbraio con Fratellino e fratellina di Asini Bardasci e ATGTP, di e con Filippo Paolasini e Paola Ricci, spettacolo menzione speciale al Premio Scenario Infanzia 2018 che nasce dalla fiaba di Hansel e Gretel e ne prende le ceneri per trasformarsi in un racconto moderno. La conclusione del trittico di proposte è il 22 marzo con Cenerentola di RanciaVerdeBlu, una commedia musicale tratta dalla favola di Charles Perrault, una favola a lieto fine che farà riflettere gli spettatori, piccoli e grandi, in compagnia di Cenerentola, la Fata, la Matrigna, le Sorellastre e il Principe.

Biglietti: posto unico 5 euro, ridotto fino a 14 anni 3 euro. Informazioni: Teatro Gentile 0732 3644. Inizio spettacolo ore 17.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2020 alle 11:03 sul giornale del 17 gennaio 2020 - 182 letture

In questo articolo si parla di teatro, attualità, spettacoli, amat marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/be60





logoEV