Nuovo ospedale, Urbinati (Iv) scrive ai sindaci di San Benedetto, Monteprandone e Massignano

1' di lettura 22/01/2020 - Una proposta unitaria, non demagogica, come quella di realizzare due ospedali di primo livello nella provincia di Ascoli Piceno, ma che rientri in quanto previsto dal decreto Balduzzi e scaturisca dal confronto con tutti gli ambiti territoriali interessati.

E’ quanto chiede il capogruppo di Italia Viva, Fabio Urbinati, ai sindaci di San Benedetto del Tronto, Pasqualino Piunti, di Monteprandone, Sergio Loggi, e di Massignano, Massimo Romani, convinti promotori della realizzazione di un nuovo ospedale di primo livello nel Comune di San Benedetto o in sua adiacenza.

“Dopo tante discussioni – afferma Urbinati - credo che sia arrivato il momento della verità. Mancano cinque mesi alla prossime elezioni regionali ed è ancora tutto aperto. Ho sempre preso in seria considerazione il lavoro svolto dai comitati e in particolare dal comitato “Salviamo madonna del soccorso” e dunque propongo ai sindaci e agli stessi comitati di formulare una proposta compatibile con quanto previsto dal DM70/2015, il decreto Balduzzi, che mi impegnerò a portare in Aula con un emendamento, nella convinzione che il Consiglio regionale la prenderà in seria considerazione se si tratterà di un’indicazione unitaria, condivisa dagli altri ambiti territoriali e sottoscritta in primis dai sindaci di San Benedetto, Piunti, e Ascoli Piceno, Fioravanti”.

In allegato la lettera.


Da Fabio Urbinati
Consigliere Regionale Italia Viva





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-01-2020 alle 15:21 sul giornale del 23 gennaio 2020 - 537 letture

In questo articolo si parla di attualità, monteprandone, marche, san benedetto, ascoli, massignano, Fabio Urbinati, italia viva, gruppo consiliare italia viva, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bflU