Sassoferrato: il Palasport verrà intitolato a Kobe Bryant. A 7 anni era con il padre all'inaugurazione

1' di lettura 29/01/2020 - Dopo la tragica notizia della morte di Kobe Bryant, la leggenda del basket schiantatasi a bordo di un elicottero domenica scorsa, il sindaco di Sassoferrato si è detto disponibile ad accogliere le numerose richieste che giungono dai social network di intitolare il Palasport cittadino al 'Black Mamba'.

Il padre di Kobe, Joe, nella sua carriera giocò in diverse città italiane, portandosi il figlioletto con sé. 35 anni fa, quando il palazzetto dello sport di Sassoferrato venne inaugurato, Joe Bryant prese parte all'amichevole organizzata per l'occasione, con il piccolo Kobe di 7 anni "affidato" dal padre durante il match agli addetti della pulizia del parquet. Durante l'intervallo, la futura stella dei Los Angeles Lakers scese in campo tentando qualche tiro a canestro, essendo quindi tra i primi ad aver calcato il parquet del palasport. Nell'occasione, venne scattata anche una foto.

Sulla scia di Rieti e Reggio Calabria, in cui Kobe sr. ha giocato, che hanno pensato di intitolare una via cittadina al loro campione, ora anche Sassoferrato avrà il nome della stella del basket "impresso" in città... oltre che già nei cuori di chi ha potuto apprezzarne le gesta con la palla a spicchi in mano.








Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2020 alle 17:33 sul giornale del 30 gennaio 2020 - 3061 letture

In questo articolo si parla di attualità, sassoferrato, articolo, niccolò staccioli, kobe bryant, bryant

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfFE