Scritte fasciste nei pressi dell'abitazione dell'ex consiglire Silvi: la condanna della Lega

1' di lettura 01/02/2020 - Scritte inneggianti il fascismo sono apparse sul muro di un condominio nei pressi dell'abitazione dell'ex consigliere comunale Danilo Silvi, oggi nella fila della Lega.

"Prendo le distanze e condanno l’atto vile avvenuto nei pressi della mia abitazione -afferma Silvi-. Degli ignoti hanno imbrattato le pareti dell’entrata di un condominio con scritte inneggianti al fascismo ed usando slogan in uso nel ventennio fascista. Il segretario provinciale della Lega, Milco Mariani, rinnova la condanna di questo vile atto e ribadisce, come fatto dal nostro leader Matteo Salvini, nel convegno “Le nuove forme dell’antisemitismo” tenutosi al Senato il 16 gennaio 2020 a Palazzo Giustiani, che tra la Lega ed i movimenti di estrema destra non esistono rapporti, ne locali né nazionali".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-02-2020 alle 19:29 sul giornale del 03 febbraio 2020 - 428 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfMU





logoEV