Confartigianato: "Quello appena concluso è stato un anno positivo"

12' di lettura 10/02/2020 - “Il 2019 per la Confartigianato di Fabriano è stato sicuramente un anno molto importante, impegnativo ma anche ricco di soddisfazioni all’interno di un comprensorio che, come ben sappiamo ormai tutti, si trova in difficoltà.” Questo il compendio dell’incontro con il segretario territoriale, Federico Castagna.

“Le numerose iniziative che abbiamo portato avanti sia a Fabriano ma anche nei Comuni di Sassoferrato, Genga e Cerreto d’Esi, insieme ai contatti quotidiani con gli imprenditori di zona ci hanno permesso di delineare un quadro abbastanza preciso della situazione in cui si presenta il nostro territorio. Volendo citare eventi importanti organizzati dalla nostra associazione di categoria nel corso del 2019 menzioniamo subito ben due iniziative dell’ormai conosciutissimo “Food & Drink”. Con queste iniziative l’obbiettivo principale che ci eravamo posti era quello di rivitalizzare i centri storici dei luoghi dove si svolgevano le manifestazioni ma anche quello di creare sinergia tra le imprese del settore alimentare aderenti. Possiamo ritenerci altamente soddisfatti sia dell’edizione che si è svolta a Fabriano il 18 e 19 Ottobre che ha visto la partecipazione di ben 29 attività sia dell’edizione che si è svolta il 13 e 14 Dicembre a Sassoferrato che ha visto la partecipazione di ben 18 attività del settore alimentare, in particolare mi volevo soffermare sul significato profondo di aver scelto Sassoferrato per effettuare un evento cosi importante.

La spinta è stata l’idea di iniziare ad intraprendere un percorso di sinergia tra territori, fattore indispensabile e fondamentale se vogliamo uscire dalle difficoltà della crisi economica che tra attraverso questo nostro comprensorio, ma anche la forte volontà da parte della Confartigianato di andare a rivitalizzare borghi di dimensioni minori che rappresentano al tempo stesso un patrimonio di fondamentale importanza. In entrambi i casi siamo veramente molto soddisfatti per la grossa riuscita degli eventi con numeri di presenze molto elevate, già evidenti dalle prenotazioni ricevute dai locali nei giorni precedenti agli eventi. Le imprese alimentari che hanno partecipato si sono calate perfettamente nello spirito profondo del Food & Drink di Confartigianato, c’è stata una vera e propria sinergia tra di loro accompagnata da un’ottima accoglienza, infatti si è registrata anche una forte presenza di persone provenienti da città limitrofe e addirittura nel caso del Food & Drink di Sassoferrato sono venuto a conoscenza con molto piacere anche della presenza di alcuni fruitori dell’iniziativa provenienti da fuori Regione.

Ricordiamoci che il turismo su cui tanto si vuole incominciare a puntare in questi territori deve avere come caposaldo un’ottima preparazione e cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità. Per due giorni interi sia nella città di Fabriano che nella città di Sassoferrato si è respirata un’atmosfera cosmopolita, nei vari locali è stato possibile gustare i piatti dell’enogastronomia internazionale di Cuba, Spagna, Francia, Irlanda, Ungheria, Giappone, Thailandia, Nepal,India, Argentina, Brasile, Messico e cosi via. Ovviamente come tutti sappiamo il 2019 per la città di Fabriano è stato un anno molto importante in quanto si è svolta la Conference delle Città Creative Unesco dal 10 al 15 Giugno. Di fronte ad un evento del genere che ha proiettato la città di Fabriano nel panorama culturale sia nazionale che internazionale la Confartigianato ha deciso di allestire la mostra “Le mani del sapere” in pieno centro storico con l’obbiettivo di raccontare al mondo il meglio dell’artigianato artistico di tutte le Marche. All’interno delle mostra Mani del Sapere è stato possibile ammirare manufatti di grandissimo pregio, opera di maestri artigiani marchigiani che partecipano alla “Via Maestra”, il progetto della nostra associazione di categoria volto alla valorizzazione dell’artigianato artistico e delle eccellenze.

24 gli espositori di produzioni di eccellenza, dalle terracotte ai tessuti, dalla carta fatta a mano alle ceramiche, bijoux, cornici, decorazioni e altro ancora. In questo senso l’obbiettivo che si è posta la Confartigianato è stato quello di dimostrare il proprio impegno e offrire una importantissima occasione di visibilità al settore dell’artigianato artistico che rappresenta un nostro preziosismo patrimonio. L’impegno della Confartigianato si è profuso anche fortemente all’interno della seconda edizione di Remake Festival di Fabriano dal 5 al 8 Settembre 2019, edizione incentrata sull’Arti e sui Mestieri nell’era digitale. Tale manifestazione ha dimostrato che Fabriano può veramente contare su grandi competenze nel campo dell’artigianato e che questo settore va potenziato con il contributo di tutti. In questo senso volentieri un plauso va anche all’Amministrazione Comunale di Fabriano per il grandissimo successo del Remake edizione 2019. Sono stati quattro giorni straordinari, con grandi occasioni di crescita e di confronto.

Nel corso del Remake Festival la Confartigianato ha presentato il “Fare Impresa” illustrando ai tanti ragazzi presenti la possibilità di trasformare in un lavoro competenze e abilità in nuovi settori legati al digitale. Molto apprezzato il giorno 6 Settembre è stato anche il seminario con Andrea Dini presidente ICT Confartigianato e Roberto Girolamini della ditta Elettromatic di Fabriano avente come tematica la robotica collaborativa, soluzione e opportunità per le produzioni. L’obbiettivo è stato quello di favorire scambi di conoscenze e mettere a disposizione strumenti di fondamentale importanza anche per medie e piccole realtà produttive e lavorazioni artigianali. Ed ovviamente nelle giornate del 7 e 8 Settembre c’è lo stato l’ampio spazio ai 13 artigiani, alcuni dei quali facenti parte del circuito dell’artigianato artistico della “Via Maestra” dove al Loggiato di San Francesco hanno esposto le loro eccellenze dell’artigianato artistico e tradizionale. Anche in questo caso possiamo ritenerci molto soddisfatti per i numeri di presenze molto elevate che hanno avuto l’opportunità di vedere, toccare con mano e comprare tali manufatti artigianali di altissima qualità. A fianco a questa notevole quantità di eventi direttamente organizzati da Confartigianato o eventi in cui la nostra associazione era direttamente coinvolta nel corso del 2019 ovviamente abbiamo portato avanti tutta una serie di incontri con l’obbiettivo di fornire agli imprenditori del territorio gli strumenti necessari per poter crescere e cogliere le opportunità offerte dal mercato. In tal senso nel mese di Novembre 2019 presso la sede della Confartigianato di Fabriano in Via Di Vittorio 3 abbiamo effettuato due incontri di altissimo livello con il patrocinio della Camera di commercio delle Marche rivolti alle imprese appartenenti a vari settori merceologici compreso anche il commercio; il primo incontro dal titolo “I segreti del marketing digitale”, con il Prof. Marinelli Luca dell’Università Politecnica delle Marche, ha fornito delle nozioni molto importanti sulla gestione della presenza aziendale on line tramite i social media quali Instagram e Facebook, nella creazione origine di contenuti e nell’imparare a gestire le campagne pubblicitarie sempre all’interno di questi social media.

La risposta da parte degli imprenditori del territorio è stata molto importante con la presenza di oltre 30 aziende. Nell’altro importante incontro dal titolo “Supporto alla promozione e al marketing turistico” con il Prof. Temperini Valerio dell’Università Politecnica delle Marche sono stati trattati i temi quali l’aumento delle capacità operativa delle imprese nell’utilizzo degli strumenti indispensabili per la promozione turistica, l’avvalersi di metodologie per intercettare i flussi turistici e quali sono i mercati turistici con cui interagire. Anche in questo caso la grossa soddisfazione è stata la presenza di un notevole numero di ditte appartenenti a settori dell’agroalimentare, dell’artigianato artistico, delle strutture ricettive ed ovviamente del turismo. Altra attività di fondamentale importanza che abbiamo portato avanti come Confartigianato nel corso del 2019 per il comprensorio Fabrianese è sicuramente quella di orientamento scolastico alla formazione tecnico-professionale. Nella giornata del 30 Settembre 2019 siamo stati invitati presso l’Aula Magna dell’ITIS Merloni di Fabriano in occasione dell’Open Day della scuola stessa portando la testimonianza di quali figure tecnico-professionali il nostro comprensorio necessità, facendo esempi reali e concreti di richieste partite dalle stesse imprese manifatturiere del territorio.

Tutto questo sta a testimoniare quanto nel corso dello scorso anno abbiamo in tutti i modi cercato di essere vicino alle imprese, vicino alle persone, vicino al territorio per dimostrare che Confartigianato Imprese Ancona Pesaro e Urbino è presente, che si pone come obbiettivo prioritario quello di interpretare e fronteggiare tutte le problematiche quotidiane a cui vanno incontro gli imprenditori di tutti i settori di attività, dalle piccole botteghe artigianali, alle attività manifatturiere, al commercio, ai liberi professionisti cercando in tutti i modi di trovare sempre delle soluzioni. Una testimonianza tangibile di tutto questo è data dall’impegno profuso sempre in questo 2019 nell’andare a ridurre la TARI tassa dei rifiuti per le aziende nel Comune di Cerreto d’Esi. Sicuramente l’anno 2020 non sarà da meno sotto tutti i fronti. La nostra attività di formazione a favore delle imprese continuerà con il massimo impegno, cercando di intraprendere dei percorsi di crescita per le aziende del territorio seguendo il filone della digitalizzazione per rendere competitive al massimo le imprese in un contesto globale ma al tempo stesso continueremo fortemente ad intraprendere iniziative che vadano a valorizzazione le imprese del settore alimentare, l’enogastronomia di qualità ed ovviamente il turismo, in quanto come Confartigianato siamo fermamente convinti che questi elementi risultino fondamentali e necessari per poter cercare di risollevare questo territorio.

Nell’altro importante incontro dal titolo “Supporto alla promozione e al marketing turistico” con il Prof. Temperini Valerio dell’Università Politecnica delle Marche sono stati trattati i temi quali l’aumento delle capacità operativa delle imprese nell’utilizzo degli strumenti indispensabili per la promozione turistica, l’avvalersi di metodologie per intercettare i flussi turistici e quali sono i mercati turistici con cui interagire. Anche in questo caso la grossa soddisfazione è stata la presenza di un notevole numero di ditte appartenenti a settori dell’agroalimentare, dell’artigianato artistico, delle strutture ricettive ed ovviamente del turismo. Essendo stata la prima edizione del Food & Drink a Sassoferrato possiamo ritenerci altamente soddisfatti, l’obbiettivo di far rivitalizzare il territorio di comprendendo anche le frazioni è stato ampiamente raggiunto. Siamo veramente molto soddisfatti per la grossa riuscita dell’evento con numeri di presenze molto elevate, già evidenti dalle prenotazioni ricevute dai locali nei giorni precedenti all’evento.

Le 18 imprese alimentari che hanno partecipato all’evento si sono calate perfettamente nello spirito profondo del Food & Drink di Confartigianato, c’è stata una vera e propria sinergia tra di loro accompagnata da un’ottima accoglienza, infatti oltre ad una fortissima presenza di persone provenienti da città limitrofe quali Fabriano, Pergola, Arcevia, Cagli e cosi via sono venuto a conoscenza con molto piacere anche della presenza di alcuni fruitori dell’iniziativa provenienti da fuori Regione. Ricordiamoci che il turismo su cui tanto si vuole incominciare a puntare in questi territori deve avere come caposaldo un’ottima preparazione e cultura dell’accoglienza e dell’ospitalità. I 18 locali partecipanti all’iniziativa hanno veramente creato un’atmosfera cosmopolita con bellissimi allestimenti a tema in base alla nazione scelta con bandiere, decorazioni e musica, per questo mi complimento fortemente con questi imprenditori per l’impegno profuso. Come detto, molti apprezzati tutti i prodotti gastronomici: da Cuba alla Spagna, dal Nepal all'India, dall'Austria alla Cina, dalla Russia agli Stati Uniti, dall'Irlanda al Belgio, dal Messico all'Albania, dal Venezuela all'Argentina, dalla Città del vaticano al Marocco, la Romania e infine non poteva mancare anche l'Italia. 4)Per il 2020 l’obbiettivo rimane sempre quello di essere vicino al territorio, di essere vicino agli imprenditori, di essere vicino alle persone per dimostrare che Confartigianato Imprese Ancona Pesaro e Urbino è presente, che è in grado di calarsi totalmente nelle problematiche quotidiane a cui vanno incontro gli imprenditori di tutti i settori di attività, dalle piccole botteghe artigianali, alle attività manifatturiere, al commercio, ai liberi professionisti cercando di trovare sempre delle soluzioni ottimali.

Sicuramente la nostra attività di formazione continuerà con il massimo impegno, cercando di intraprendere dei percorsi di crescita per le aziende del territorio seguendo il filone della digitalizzazione per rendere al massimo competitive le imprese in un contesto globale ma al tempo stesso cercando in tutti i modi di valorizzazione l’enogastronomia di qualità ed il turismo, in quanto come Confartigianato siamo fermamente convinti che questi elementi risultano fondamentali e necessari per poter incominciare a risalire la china e per cercare di risollevare il territorio. Tutto questo a testimoniare di quanto nel corso dello scorso anno abbiamo in tutti i modi cercato di essere vicino alle imprese, vicino alle persone, vicino ai territori per dimostrare che Confartigianato Imprese Ancona Pesaro e Urbino è presente, che si pone come obbiettivo prioritario quello di interpretare e fronteggiare tutte le problematiche quotidiane a cui vanno incontro gli imprenditori di tutti i settori di attività, dalle piccole botteghe artigianali, alle attività manifatturiere, al commercio, ai liberi professionisti cercando di trovare sempre delle soluzioni ottimali. Sicuramente l’anno 2020 non sarà da meno sotto tutti i fronti. La nostra attività di formazione a favore delle imprese continuerà con il massimo impegno, cercando di intraprendere dei percorsi di crescita per le aziende del territorio seguendo il filone della digitalizzazione per rendere al massimo competitive le imprese in un contesto globale ma al tempo stesso intraprenderemo iniziative che vadano a valorizzazione l’enogastronomia di qualità ed il turismo, in quanto come Confartigianato siamo fermamente convinti che questi elementi risultano fondamentali e necessari per poter cercare di risollevare questo territorio”.






Questo è un articolo pubblicato il 10-02-2020 alle 14:48 sul giornale del 11 febbraio 2020 - 278 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, fabriano, articolo





logoEV