La gente non rispetta le regole: la Regione chiude tutti i parchi, i giardini e le spiagge

1' di lettura 19/03/2020 - Ancora troppa gente in giro, a passeggio lungomare, in spiaggia, a fare jogging, nei parchi pubblici con i bambini. E la Regione corre ai ripari. Il presidente Luca Ceriscioli ha firmato una ordinanza che chiude l'accesso alle aree pubbliche, ai parchi urbani e anche alle spiaggie, in vigore da subito.

Una misura resasi necessaria dai comportamenti scriteriati di chi pensa solo alle proprie esigenze mettendo cosi a repentaglio non solo la saluti di altri ma anche il lavoro e i sacrifici di chi resta a casa e dei sanitari impegnati in prima linea nella lotta al Coronavirus. Se tutti uscissimo di casa per fare una passeggiata si formerebbero inevitabilmente assembramenti e siccome le regole devono valere per tutti, la Regione è dovuta ricorrere alle maniere "forti".

Con l'ordinanza regionale firmata il 19 marzo 2020, al fine di evitare assembramenti di persone, "sono chiusi i parchi, i giardini pubbici e le spiagge".

"l'uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti solo per lavoro, ragioni di salute o per fare la spesa. Nel caso in cui la motivazione sia l'attività motoria e la passeggiata per motivi di salute o l'uscita con un animale da compagnia si è opbbligati a restare in prossimità della propria abitazione".

Nel pdf il testo completo dell'ordinanza



...

...






Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2020 alle 17:25 sul giornale del 20 marzo 2020 - 922 letture

In questo articolo si parla di attualità, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bh2J





logoEV