Coronavirus, i Parlamentari Lega: "Basta polemiche, Verini pensi agli umbri"

3' di lettura 25/03/2020 - L'emergenza Coronavirus sta creando disagi anche in Umbria alimentando il dibattito politico. “Il commissario del Partito Democratico, Walter Verini, in questa fase di emergenza, si sta mostrando totalmente incapace di pensare al bene degli umbri". L'intervento è dei parlamentari umbri della Lega...

L'emergenza Coronavirus sta creando problemi, disagi e paralisi all'interno del Paese. Tali disagi stanno attanagliando ogni regione d'Italia, Umbria compresa, alimentando il dibattito politico. “Il commissario del Partito Democratico, Walter Verini, in questa fase di emergenza, si sta mostrando totalmente incapace di pensare al bene degli umbri". L'intervento è dei parlamentari umbri della Lega, Caparvi, Marchetti, Briziarelli, Alessandrini, Pillon, Saltamartini, Lucidi i quali, attraverso il loro comunicato stampa, proseguono con le loro considerazioni.

"In un momento in cui tutta Italia piange migliaia di morti, le polemiche politiche dovrebbero cedere il passo alla collaborazione in nome del futuro della nostra terra. Invece ci troviamo a dover tristemente costatare che l’onorevole Verini, mentre dichiara che non è questo il tempo per perdersi in schermaglie politiche, non manca però di adoperarsi in una irragionevole difesa del suo partito e accende un’insensata polemica con la Governatrice Donatella Tesei, la cui unica colpa sarebbe quella di battere i pugni per tutelare la salute dei cittadini. Stia sereno il commissario regionale del PD. Per la prima volta dopo cinquant’anni la regione Umbria ha al timone una classe dirigente capace, preparata, di alto livello e in grado di gestire questa emergenza, nonostante le tante criticità ereditate dalla sinistra nel settore della sanità, come la carenza di strutture e di personale. Invece di lasciarsi andare a una sterile polemica, prendendosela con chi cerca di far funzionare le cose e di lavorare mettendo in campo tutte le forze necessarie, Verini farebbe meglio a impegnare le sue energie per intercedere in nome degli umbri presso i suoi referenti governativi."

"Ricordiamo al commissario umbro del PD che, mentre il Ministero ha chiesto all’Umbria un incremento di 35 posti di terapia intensiva, ne verranno predisposti ben 48, per un totale di 117 posti, con la previsione di arrivare quanto prima a 150. È anche per non vanificare gli sforzi della Regione, che consentiranno agli umbri di poter contare su una sanità più efficace ed efficiente, che la governatrice ha chiesto con forza che vengano inviate tutte le strumentazioni necessarie a fronteggiare l’emergenza sanitaria in atto. Come denunciato dalla Presidente Tesei su indicazione dei tecnici, i respiratori di terapia intensiva arrivati da Roma sono in lingua cinese e privi di alcuni pezzi fondamentali, per cui inutilizzabili. Allo stesso modo il Governo dovrebbe provvedere all'approvvigionamento sia di mascherine per chi lavora in "trincea" e a contatto con il pubblico, sia di tamponi da effettuare a tutto il personale medico e infermieristico visto che, sempre per colpa di inadempienze del suo esecutivo, scarseggiano sia gli uni che gli altri. Onorevole Verini, almeno per una volta, per la prima volta da quando è stato chiamato in Umbria dai suoi superiori, si renda davvero utile alla collettività”.

da Lega Umbria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2020 alle 11:05 sul giornale del 26 marzo 2020 - 163 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa, politica, lega, Umbria, coronavirus, PD,

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/binq





logoEV