Città di Castello: Coppia tifernate fornitrice di cocaina, denunciati per spaccio continuato. Pena fino a 12 anni di reclusione

carabinieri 1' di lettura 29/05/2020 - Nei giorni scorsi, i Carabinieri dell’Aliquota Operativa del NORM della Compagnia di Città di Castello hanno deferito in stato di libertà due persone, resesi responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini erano state avviate alcune settimane or sono quando i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del NORM, in loc. Santa Lucia del Comune di Città di Castello, avevano fermato un 37enne della provincia di Arezzo alla guida di una Fiat Punto, trovandolo in possesso di una dose di cocaina.

Le indagini, immediatamente attivate dalla componente operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno così in breve tempo consentito di individuare i rifornitori del 37enne, ricostruendo un quadro fatto di numerose cessioni ad opera di una giovane coppia abitante nel centro tifernate. I due, compagni nella vita e già noti per i loro pregiudizi penali, a partire dal mese di gennaio avrebbero fatto numerose cessioni di cocaina, ad un prezzo variabile tra gli 80 ed i 100 euro a grammo.

La coppia è stata deferita quindi all’Autorità Giudiziaria per spaccio continuato di stupefacenti, reato che con l’aggravante dalla continuazione può prevedere fino a 12 anni di reclusione.






Questo è un articolo pubblicato il 29-05-2020 alle 10:25 sul giornale del 30 maggio 2020 - 181 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, città di castello, umbria, articolo, niccolò staccioli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmIJ





logoEV