Parco Gola della Rossa e Frasassi, dati buoni e prospettive di crescita

4' di lettura 31/07/2020 - Questi soltanto alcuni dati concernenti il Parco Naturale Gola della Rossa e di Frasassi: dati di accesso alla sede del Parco: Agosto-Dicembre 2019 totale 1234, di cui 1060 adulti e 165 minorenni. Da gennaio a luglio 2020, escludendo i mesi di marzo, aprile e maggio: 952, di cui 792 adulti. Totale agosto 2019-luglio 2020: 2186.

I programmi di prossima realizzazione per il Parco Naturale Gola della Rossa e Frasassi comprendono il miglioramento della segnaletica dei sentieri e progetto sentieristica Mountain Bike; presentazione del soggetto incaricato in base alla nuova gara svolta con la illustrazione delle linee generali del programma, con un focus sulle iniziative di agosto. Di tutto questo si è parlato nel corso della conferenza stampa tenuta presso la Sede del Parco Gola della Rossa e Frasassi a Serra San Quirico, Complesso Santa Lucia, alla presenza del sindaco di Serra San Quirico, Tommaso Borri, di Ugo Pesciarelli, presidente unione montana e del vice presidente Gabriele Santarelli, con Massimiliano Scotti, direttore del Parco a coordinare gli interventi, tra i quali quello del sindaco di Arcevia, Dario Perticaroli.

“Oggi – lo hanno sottolineato tutti gli interlocutori dei cronisti - è un momento di crescita del territorio e di collaborazione tra più Comuni che hanno nel Parco Gola della Rossa e Frasassi un comune denominatore di valore, che unisce e ha ruolo attivo nella promozione della nostra magnifica terra. Un incontro – ha commentato Pesciarelli - per esporre quello cha abbiamo messo in campo in tre anni puntando sulla promozione delle singole realtà che dobbiamo presentare come territorio unico. In questa ottica abbiamo coinvolto tutte le amministrazioni del Parco, stilando un protocollo di intesa che ha dato vita a visite guidate, siamo a pieno titolo nella Ciclovia della Vallesina e tra i soggetti attivi di Tipicità, abbiamo ospitato una pool di giornalisti delle maggiori testate nazionali, presentando l’intero nostro pacchetto di offerta turistica, buon ultima la proposta esperenziale. Tutto questo incrociandolo con la storia, come le visite alla aree archeologiche , la natura, l’arte e la cultura” e qui Pesciarelli ha citato dal Museo Ermanno Casoli, per Serra, la Rassegna Salvi e le aree archeologiche per Sassoferrato lasciando la parola al sindaco di Fabriano, vice presidente dell’unione Montana con delega al Parco, Santarelli.

Quest’ ultimo dopo aver citato il suo vissuto nel settore dell’accoglienza ha sottolineato: “Insieme siamo riusciti a mettere a punto un progetto che va avanti per step, da Parco nato dalla tutela delle biodiversità, ora puntiamo a scoprire tutte le sua potenzialità: dalla scoperta e valorizzazione dei piccoli produttori del territorio alla creazione di una albo delle guide a cui vogliamo garantire anche la formazione, dalla organizzazione di un calendario con tutti i soggetti attivi nel Parco alla creazione di una rete che ne ponga in risalto tutte le sue modalità di fruizione. Dobbiamo essere bravi, per agganciare lo sviluppo del territorio, nel gestire questa nuova fase dettata da opportunità quali il progetto che interessa Fabriano, Sassoferrato, Genga per quanto riguarda la realizzazione di aree camper e dalla gestione del rapporto con Tipicità, dove ora in un unico stand uniamo il Parco con il Consorzio Grotte Frasassi”.

Dal suo canto il sindaco Borri ha ribadito il concetto di Fare rete per consentire a questa realtà dell’entroterra che vanta due Bandiere Arancioni (Genga e Serra San Quirico) con Sassoferrato quale importante punto di collegamento di porre in comune tutte le eccellenze naturalistiche, culturali, artistiche ed enogastronomiche del territorio del Parco. Anche il sindaco di Arcevia, Dario Perticaroli, ha parlato di “funzione osmotica del Parco con cui collaborare in base alle proprie peculiarità e in stretta cooperazione con le singole ammnistrazioni” citando l’esempio, anche per Arcevia di realizzazione dell’area camper. Gabriele Costantini ha infine parlato del servizio di informazione e promozione che si è aggiudicata la gara: la Happennines soc.coop e Aleste Tour.

“Lo scorso mese di giugno – ha detto -l'Unione Montana ha indetto un bando di gara per l'appalto del servizio di informazione e promozione turistica del territorio presso la sede del Parco Naturale Gola della Rossa e Frasassi a Serra San Quirico per un periodo di 30 mesi. Ad aggiudicarsi l'incarico Happennines soc., coop e Aleste Tour: la prima, società di progettazione, gestione e promozione di destinazioni turistiche, è nata nel 2015 a Sassoferrato, dove gestisce il punto IAT (informazioni e accoglienza turistica) e il polo museale; Aleste Tour, tour operator e agenzia viaggi di Fabriano, è impegnata dal 2.008 nel turismo in entrata nell'Appennino e. nell'organizzazione di attività outdoor. Le due aziende collaborano da anni a progetti di valorizzazione delle aree interne e dal 2018 sono impegnate nello sviluppo del progetto Appennino lncoming: insieme lavoreranno al consolidamento del ruolo del Parco come aggregatore dell'offerta complessiva del territorio, per renderlo fruibile e accessibile nel pieno rispetto dell'ambiente e della sostenibilità, creando lavoro stabile per il personale specializzato impiegato e redditività perle imprese locali”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2020 alle 11:54 sul giornale del 01 agosto 2020 - 232 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, fabriano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/br0p