Dino Latini: "immigrazione, sicurezza e rispetto delle regole"

1' di lettura 11/09/2020 - Il tema dell’integrazione e dell’immigrazione anche nelle Marche è particolarmente sentito ed è strettamente legato a quello della sicurezza. In proposito Dino Latini, candidato Udc alle regionali per Acquaroli presidente, si è confrontato sia ad Ancona che in altri centri della provincia con gruppi di cittadini esasperati e spaventati.

Anche le recenti notizie della mafia nigeriana che opera nelle Marche ha contribuito ad alimentare un clima poco sereno. “Le Marche ai marchigiani” , sarebbe fin troppo facile declinarlo in modo assolutistico, ha ricordato Latini.

“Dobbiamo però essere perfettamente consapevoli – ha egli sostenuto con forza – che il tema generale della sicurezza non è ne di destra ne di sinistra. L’accoglienza non può però prescindere dalla sicurezza e dal rispetto dovuto alla comunità che accoglie. Vorrei in proposito ricordare che Papa Benedetto XVI nella sua lectio magistrali del 12 settembre 2006 a Ratisbona ricordava che nel mondo occidentale domina largamente l'opinione, che soltanto la ragione positivista e le forme di filosofia da essa derivanti siano universali. Ma le culture profondamente religiose del mondo vedono proprio in questa esclusione del divino dall'universalità della ragione un attacco alle loro convinzioni più intime. Insomma, gli immigrati che vogliono vivere nelle nostre comunità devono rispettare le nostre regole così come noi rispettiamo le loro. Una reciprocità che non ammette deroghe”.






Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 11-09-2020 alle 10:02 sul giornale del 11 settembre 2020 - 26 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, territorio, elezioni regionali, spazio elettorale autogestito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bvFC





logoEV