Serena Cavalletti incontra le RSU della Fiom

1' di lettura 15/09/2020 - "Pronta a portare in regione le proposte della FIOM".

Superare l'accordo di programma: l'intervento pubblico renda strutturalmente appetibile il territorio agli investimenti privati per trasformare un'area di crisi in un'area di ricerca e sviluppo.

La priorità siano infrastrutture materiali e digitali insieme all'apertura di un tavolo di settore al quale la Regione spinga per il riconoscimento dell'elettrodomestico come settore strategico per l'industria nazionale e la costruzione di un percorso lungimirante che punti all'innovazione tecnologica e dei prodotti. Le multinazionali potrebbero essere interessate a investire nel fabrianese per progetti innovativi che utilizzino e valorizzino le conoscenze e il know how del territorio in un laboratorio condiviso tra fornitori, clienti, start up e università.

Occorre entrare in un'ottica di rete che metta in moto tutta la filiera nelle diverse aree della regione e che ci si adoperi per far avere sgravi fiscali, procedure semplificate e credito agevolato per le nuove imprese e per quelle che decidono di investiresul territorio insieme ai nuovi strumenti finanziari e normativi di cui la Regione potrà disporre nella fase di ripresa post COVID.

La flessibilità professionale non è il precariato, non è lavoro somministrato con tutte le problematiche individuali e aziandali dello specifico: è formazione finalizzata a progetti integrati che consentano sia all'azienda che al lavoratore o alla lavoratrice di restare e questo compete strettamente alla Regione






Questo è uno spazio elettorale autogestito pubblicato il 15-09-2020 alle 23:26 sul giornale del 16 settembre 2020 - 137 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, spazio elettorale autogestito, Marche Coraggiose

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bv9s





logoEV