Le Marche ad “Artigiano in Fiera Live 2020”: 44 aziende partecipano alla manifestazione internazionale, in versione digitale per il Covid

3' di lettura 26/11/2020 - “Scambiamoci gli auguri di Natale acquistando l’artigianato marchigiano di qualità sulla piattaforma artigianoinfiera.it”. È l’invito che viene dalla Regione Marche, trasformando una necessità, quella imposta dal Covid-19, in un’opportunità per promuovere il territorio e sostenere la ripresa produttiva.

Da domani la piattaforma sarà accessibile online. Ospiterà anche le 44 aziende marchigiane che parteciperanno ad “Artigianato in Fiera” di Milano, manifestazione internazionale che, da oltre 20 anni, valorizza l’eccellenza produttiva italiana di settore. Per le restrizioni imposte dalla pandemia, la 25a edizione si terrà non in presenza ma in modalità digitale, attraverso la piattaforma multicanale che offrirà, a tutti gli utenti del web, un’elevata qualità di video e immagini per ciascuno artigiano espositore. Tra le sue modalità operative, la piattaforma consente la vendita on line e l’interazione con gli utenti. Garantisce, inoltre, il servizio di smistamento e consegna dei prodotti venduti attraverso la piattaforma.

“Cogliamo questa occasione che impone una riprogrammazione della produzione, ma anche delle vendite e dei consumi”, ha sottolineato il vicepresidente Mirco Carloni, assessore alle Attività produttive, nel corso di una video call con i rappresentati di Ge.fi (ente gestore Fiera Milano) e gli artigiani che prenderanno parte alla fiera live, da sabato 28 novembre, su artigianoinfiera.it Carloni ha evidenziato come il web sia oggi “il porto naturale per lo scambio delle merci. Occorre digitalizzare le nostre micro e piccole imprese, per essere globalmente forti, rimanendo però sempre forti anche nella nostra identità territoriale”. L’occasione proposta da “Artigiano in Fiera Live”, rappresenta dunque “un’opportunità da cogliere, valorizzando le innovative potenzialità offerte dalla piattaforma digitale che la Regione ha contribuito a creare, investendo circa centomila euro, per consentire la partecipazione delle imprese marchigiane alla fiera virtuale. La nostra non vuol essere una semplice presenza, ma un valore aggiunto che mettiamo a disposizione di quelle piccole realtà produttive che rappresentano la spina dorsale dell’economia marchigiana e che hanno bisogno di una vetrina mediatica per raggiungere un vasto mercato, come quello rappresentato dagli utenti di Artigianato in Fiera”.

I rappresentanti di Ge.fi intervenuti hanno evidenziato come la piattaforma rappresenti “una reale opportunità e un efficace strumento di promozione per mantenere vivo il collegamento tra il mondo produttivo, il marketing e i consumatori. Accanto all’evento fisico avevamo comunque progettato uno strumento digitale che le attuali circostanze hanno accelerato nella sua realizzazione”. Diversi sono stati gli artigiani che hanno preso la parola durante la call: il filo conduttore dei lori interventi ha evidenziato come l’evento on line rappresenti, in questo momento di grande difficoltà, una delle poche possibilità che le imprese artigiane hanno per ampliare la loro clientela, cogliendo lo stimolo ad avviare la digitalizzazione delle proprie attività che le modalità di partecipazione impongono agli espositori.

“La nuova esperienza consentirà alle nostre imprese di prepararsi ad affrontare la sicura ripartenza dell’economia, avendo a disposizione un bagaglio di innovazione commerciale rappresentata dalla digitalizzazione delle proprie attività. Sta ora ai consumatori marchigiani sfruttare questa occasione per augurarsi un Buon Natale all’insegna dell’artigianato regionale di qualità”, ha concluso Carloni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2020 alle 10:20 sul giornale del 27 novembre 2020 - 204 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bDuJ





logoEV