Indelfab, Fiom: "Adesso si lavori tutti per la tutela delle persone e della occupazione sul territorio"

1' di lettura 03/12/2020 - “La dichiarazione di fallimento dell’azienda INDELFAB in liquidazione apre una fase molto complicata dove tutto diventa più difficile”. Commenta così la Segreteria della FIOM di Ancona la conclusione della vertenza Indelfab:

“La convocazione del tavolo ministeriale con il MISE ed il Ministero del Lavoro le Istituzioni locali e le OOSS – continua l’organizzazione sindacale - diventa adesso ancora più urgente e già sappiamo dovrebbe essere imminente. Sarà fondamentale in quella sede valutare tutte le strada possibili da percorrere affinché si possa dare il massimo supporto alle lavoratrici ed ai lavoratori, che come sempre pagano il prezzo più alto, ed ogni eventuale progetto di riconversione e/o rilancio industriale, che deve riguardare tutto il territorio.

Al tempo stesso, la mancanza di condivisione di un percorso da parte dell’impresa nella costruzione e nella gestione della procedura di concordato, non ci hanno messo in condizioni di avere alcun tipo di informazione sugli sviluppi reali della situazione aziendale: risulta quindi fondamentale aprire un confronto con i Curatori nominati dal Tribunale di Ancona, per avere un quadro preciso da poter poi trasmettere alle persone che rappresentiamo e per decidere le azioni più opportune da mettere in campo. Questo ulteriore disastro sociale ed industriale deve diventare oggetto di confronto costante anche con la Regione Marche attraverso l’attivazione di un apposito tavolo per valutare tutte le azioni di supporto che posso essere messe a disposizione delle persone e di chi eventualmente si farà avanti per rilevare l’azienda o una parte di essa, al fine di provare a contrastare il diffondersi del virus della desertificazione industriale che da oltre un decennio affligge l’area del fabrianese”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2020 alle 16:18 sul giornale del 04 dicembre 2020 - 194 letture

In questo articolo si parla di attualità, fiom, fiom ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bExv





logoEV