Perugia: Rudy Guede è stato affidato ai servizi sociali

2' di lettura 04/12/2020 - A Rudy Guede, unico condannato per l'omicidio di Meredith Kercher, gli é stato riconosciuto l'affidamento ai servizi sociali.

I giudici hanno così accolto un'istanza del suo legale, l'avvocato Fabrizio Ballarini, dove spiegava che Guede è stato protagonista di un percorso di reinserimento sociale, che il Tribunale di sorveglianza di Roma ha definito "particolarmente avanzato". Guede era finora detenuto nel carcere di Viterbo in regime di semilibertà, per scontare i 16 anni di reclusione che gli sono stati inflitti con il rito abbreviato.

"L'istanza di affidamento ai servizi sociali è stata concessa dal Tribunale di sorveglianza di Roma in considerazione del documentabile percorso didattico e umano che Rudy ha seguito durante i suoi 13 anni di detenzione": ha dichiarato Claudio Mariani, del centro studi Criminologici di Viterbo e impegnato con il Gavac, Gruppo assistenza volontari e animatori carcerari, presso i quali ha svolto gran parte del suo percorso di reinserimento. "Oggi, ha sottolineato ancora Mariani, non stiamo più parlando della solita storia del detenuto modello, che si è laureato, che ha lavorato sempre con impegno presso l'infermieria del carcere o presso il nostro Centro studi (circostanze che comunque hanno avuto la loro importanza ) ma stiamo parlando di un ragazzo che durante i mesi del lockdown è stato, e tutt'oggi è, al servizio dei più fragili della città come volontario della Caritas diventando una autentica risorsa della nostra comunità".

Dopo avere lavorato come volontario alla Caritas di Viterbo, Rudy Guede non dovrà più rientrare la sera in carcere. Alloggerà in un appartamento che gli è stato messo a disposizione nella zona di Viterbo e dovrà comunque seguire alcune prescrizioni. Già da qualche tempo Guede usufruiva comunque di un permesso speciale legato alla prevenzione dei contagi Covid in carcere, che gli permetteva di dormire fuori. Per lui il fine pena è previsto nel marzo del 2022.






Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2020 alle 17:58 sul giornale del 05 dicembre 2020 - 177 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bEIZ





logoEV