...

E’ il comparto del commercio ambulante di Confartigianato Imprese Marche a puntare il dito sulle amministrazioni locali per la mancata volontà di gestire insieme agli stessi operatori una riorganizzazione delle fiere rionali, preferendo il loro annullamento.


...

Gilberto Gasparoni segretario di Confartigianato Trasporti interviene sulle notizie circolanti sull'avvenuto pagamento della prima tranche da parte del fondo Salva Imprese, conquistato con una forte mobilitazione degli imprenditori marchigiani ed Umbri sostenuti dalla Confartigianato insieme a poche altre Associazioni, che hanno promosso la costituzione di un comitato di creditori.






...

Il Segretario Generale Marco Pierpaoli bolla come inaccettabile e immotivato il ritardato e parziale trasferimento delle risorse a Fsba per l’erogazione della cassa integrazione ai dipendenti delle imprese artigiane, nonostante le ripetute sollecitazioni di Confartigianato Ancona - Pesaro e Urbino.


...

Molto positivo l’intento del Comune di Fabriano di intervenire nei prossimi mesi a livello di manutenzione e ripristino stradale attraverso l’utilizzo di un avanzo di amministrazione di circa 500.000 euro in due importanti vie del centro storico cittadino-commenta Federico Castagna Responsabile Sindacale Confartigianato Fabriano.


...

Il gruppo dirigente di Confartigianato Imprese Ancona - Pesaro e Urbino, su richiesta della Lega Marche, ha incontrato l'On Matteo Salvini insieme al coordinatore regionale On. Riccardo Marchetti ed il consigliere regionale Sandro Zaffiri nel quale sono stati affrontati i problemi delle piccole imprese nazionali e regionali.


...

Ad oltre cinque mesi da quando siamo di fronte ad una emergenza sanitaria e, ce lo auguriamo, superata ora nelle sue fasi più critiche, per lo meno nel nostro Paese – afferma Giuseppe Mazzarella, Presidente di Confartigianato Imprese Marche – è giunto il momento di considerare ed “utilizzare” la discontinuità determinata dalla pandemia e dal forzato lockdown come “opportunità” per fare in modo che si segni davvero una interruzione, che si tracci definitivamente una “linea di non ritorno”, rispetto a quelli che sono i punti di debolezza emersi, sia a livello nazionale che regionale.


...

Gilberto Gasparoni segretario di Confartigianato Trasporti Marche esprime la propria soddisfazione per la firma del decreto dirigenziale di riparto dei primi 45,5 milioni di euro previsti dal fondo salva opere che verranno assegnati a circa 400 aziende (522 in totale il numero dei pagamenti, che fanno capo ai titolari dei crediti).





...

Giorni di fermento dopo il varo del DL Rilancio. Infinite le telefonate di cittadini che chiedono l’ecobonus al 110%. commenta Luca Bocchino Responsabile Sviluppo Economico Categorie e Territori. Peccato che la norma diventerà realtà solo a partire da luglio e l’applicazione delle stessa comporterà ulteriori rinvii nel tempo, tenendo ferme ancora per un mese le imprese del Comparto Casa.


...

La pandemia ha messo in crisi l'economia delle Marche ed in particolare il settore del trasporto persone. Siamo completamente senza lavoro. Confartigianato Trasporti, in rappresentanza delle 900 aziende del settore (bus da turismo, scuolabus, autonoleggiatori e taxisti) che occupano circa 1.200 addetti, ha chiesto al Governo centrale un intervento immediato per fronteggiare la crisi relativa al coronavirus.



...

OASI non ci sta. Gli Operatori Associati Spiagge Italiane di Confartigianato di Ancona – Pesaro e Urbino ritengono che l’ultimo documento Inail contenente le proposte di linee guida Covid 19 per gli stabilimenti balneari, abbia mero valore consuntivo, e chiedono alle Regioni di farsi convalidare dal Governo i protocolli sanitari già discussi, condivisi e approvati.






...

A pochi giorni dalla Fase due, il tema lavoro diventa sempre più centrale, accanto a quello sanitario. Dal 4 maggio il Governo Conte rimette in moto il Paese, “ma ci sono ancora tante incertezze su tempi, regole e sostegni economici per i lavoratori - dichiara Marco Pierpaoli, Segretario Generale Confartigianato Imprese Ancona Pesaro-Urbino - ci troviamo a celebrare il primo maggio più difficile e insieme importante della nostra storia Italiana: dobbiamo riaccendere i motori dell'Italia, non possiamo attendere, o non ci sarà più un primo Maggio da festeggiare”.


...

Fra i settori completamente dimenticati e su cui non si è spesa colpevolmente nessuna parola figura il “commercio su aree pubbliche”. Da quasi cinquanta giorni queste imprese sono state emarginate, quasi non esistessero più. Si è parlato infatti di commercio in senso generico e di commercio in sede fissa ma nessuno ha posto l’attenzione su un settore fra i più penalizzati: il “commercio ambulante”.


...

Tutto il settore dell’Artigianato Artistico Tipico e Tradizionale sta attraversando a causa delle restrizioni dovute agli effetti del Coronavirus, una perdita di fatturato pesantissima. L’emergenza sta mettendo a dura prova migliaia di imprenditori e Confartigianato Imprese Ancona Pesaro – Urbino ha attivato, per questo, azioni a tutti i livelli per cercare di superare la più grave crisi economica dal dopoguerra.


...

Circa 40 Imprese Artigiane e PMI della provincia di Ancona hanno diversificato o stanno diversificando le produzione per rispondere alle esigenze dell’emergenza sanitaria. Confartigianato Moda – dichiara il Presidente David Coppari – ha verificato che numerose aziende strutturate hanno già avviato la produzione di mascherine ed altre si stanno ancora organizzando; numerose con una produzione propria, altre quali terzisti o partner di aziende capogruppo.



...

Misure speciali per un evento eccezionale. Marco Pierpaoli Segretario generale di Confartigianato Ancona - Pesaro e Urbino sottolinea che Confartigianato è in prima linea sin dai primi giorni di Coronavirus per sostenere le imprese e i lavoratori per mantenere attivo il tessuto imprenditoriale locale e salvaguardare i posti di lavoro, mettendo in atto più interventi per fronteggiare l’emergenza.


...

Nonostante una fattiva collaborazione tra la Confartigianato e il Comune di Cerreto D'Esi, che nel 2019 aveva portato ad una revisione della TARI, adeguandola a quella degli altri comuni limitrofi ora il Comune rivendica all'intero sistema produttivo ed al commercio, un recupero ingiustificato della TARI versata negli anni 2014 - 2018 per alcune centinaia di miglia di euro, considerando che ad alcuni è già giunta una richiesta per oltre 30.000€, che le imprese non sono in grado di pagare.