statistiche sito

I Vigili del Fuoco hanno festeggiato Santa Barbara

3' di lettura 06/12/2008 - Oltre mille interventi, con un netto calo degli incendi. Oltre cinquanta gli incidenti stradali su cui sono intervenuti, anche questi in diminuzione, per il resto assistenza e soccorso alle persone.

In estrema sintesi sono stati questi i dati che riassumono l’attività dei Vigili del Fuoco di Fabriano, presentati da Pasquale Sellitto (funzionario dei pompieri che fa capo alla città della carta dal capoluogo dorico) nel corso delle cerimonia di celebrazione dedicata alla patrona Santa Barbara. Il vescovo diocesano monsignor Giancarlo Vecerrica, ha celebrato il rito religioso, assistito dal parroco di Cebernardi don Dario, impartendo la benedizione agli uomini in servizio e quelli in quiescenza, accorsi numerosi, insieme alle consorti, al tradizionale appuntamento.


Ovviamente, le stringate cifre sopra citate, hanno sorvolato su tanti altri aspetti delle vita quotidiana di uomini che 24 su 24 vegliano sulla sicurezza e incolumità dei cattadini del comprensorio montano. Trentassette le unità previste, mentre in organico c’è ne sono soltanto ventisette su un parco macchine attrezzato e piuttosto moderno: come dire sufficienti in proporzione alle persone che lavorano nel Distaccamento che, , comunque, ed è il caso del terremo del ’77, nel giro di mezza giornata sono saliti a 300. Dunque, una bella commemorazione che ha fato rincontrare il Capo Distaccamento di Fabriano, Luigi Bartocci (dopo trentatré anni ha lasciato il servizio per raggiunti limiti d’età) con il nuovo coordinatore, il Caposquadra Esperto, Massimo Spreca. Quarantasei anni, fabrianese, in servizio nella sua città da ventitré.


Entrambi, insieme al funzionari Sellitto, hanno rivisitato i periodi dell’ emergenza neve del 2005, gli incendi nell’estate del 2007 e una anedottica professionale ricca di frangenti tragici ma anche ricchi di amicizia e cooperazione con gli stessi vigili del fuoco, comprese le altre forze dell’ordine, della sicurezza e le Istituzioni cittadine. Il nuovo comandante, Spreca, ha sottolineato la professionalità raggiunta dal personale operativo del distaccamento di Fabriano nelle varie qualifiche. Presenti Vigili del Fuoco che oltre alla specializzazione di base sono qualificati nel soccorso in montagna speleo alpinistico, in quello con elicottero, fluviale e in ambienti alluvionati, oltre a personale e attrezzature che ci permettono di intervenire in caso di fughe radioattive o alla presenza di contaminanti batteriologici. Tutto questo, come detto, nell\'arco delle 24, con squadre di sette unità, suddivise in quattro turni. Se mai c’è ne fosse bisogno aggiungiamo noi, che l’attenzione verso i nostri pompieri è sempre alta, tanto che di recente è stata donata loro una termocamera, strumento di derivazione militare, quindi particolarmente sofisticato, un rilevatore di gas anche questo di ultima generazione. Strumenti, preziosi quanto moderni, che la Fondazione Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana, la Pool Trasporti di Claudio Biondi, affiancato dall’Associazione Industriali di Ancona hanno elergito al Distaccamento di Fabriano dei Vigili del Fuoco che rappresenta un punto di forza ed un presidio qualificato ed irrinunciabile per tutti noi. Daniele Gattucci








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-12-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 dicembre 2008 - 2900 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano


logoEV
logoEV