Restituzione degli oneri sospesi: Salvi, contribuenti beffati, occorre una proroga

daniele salvi 1' di lettura 14/06/2009 - La restituzione degli oneri sospesi a seguito del sisma del ’97 entro il 16 giugno prossimo sta determinando seri problemi alle popolazioni di Marche ed Umbria.

Aggravio di lavoro per chi già è impegnato nell’adempimento delle denunce dei redditi, lunghe file di persone presso gli uffici dei Caaf sindacali e -narrano le cronache- persino fenomeni di esasperazione da parte dei contribuenti. Le modalità di restituzione individuate, tutte a carico del contribuente, la tempistica prevista, eccessivamente ravvicinata, e la concomitanza della richiesta con gli effetti della crisi economica in atto, che nello stesso territorio del sisma vede oggi grandi aziende in difficoltà e una crescita della disoccupazione e delle famiglie con lavoratori in cassaintegrazione, dovrebbero consigliare quanto meno d’intervenire.

Invece, oltre alla beffa di una restituzione diseguale rispetto ad altri territori colpiti da analoghe calamità, non si registra neppure la volontà di ricercare una semplificazione delle procedure. E’ scandaloso che la pubblica amministrazione, che ha a disposizione tutti i dati, non sia capace di inviare un bollettino alle poche decine di migliaia di contribuenti, indicando modalità standard di pagamento e rateizzazione degli importi.

La Provincia di Macerata e la Regione Marche, appena esplosa la crisi della Antonio Merloni, avevano avanzato la richiesta di proroga e d’innalzamento della soglia di esenzione al 90% come uno dei punti su cui si chiedeva un’attenzione da parte del Governo nazionale. Ma è del tutto evidente che se per il Presidente del Consiglio i terremotati di Umbria e Marche stanno ancora nelle tende, come ha dichiarato recentemente, serve a ben poco avere un Governo “amico”. La verità è che ci si sta approfittando della correttezza e dell’onestà dei marchigiani.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-06-2009 alle 17:39 sul giornale del 15 giugno 2009 - 1061 letture

In questo articolo si parla di politica, macerata, fabriano, daniele salvi





logoEV