Domenica 12 luglio brillamento di bomba inesplosa

1' di lettura 08/07/2009 - Domenica prossima 12 luglio artificieri dell’Esercito Italiano, Genio Ferrovieri, provenienti da Cremona provvederanno a far esplodere la bomba da quasi cinquecento chili ritrovata nei giorni scorsi nel corso dei lavori di costruzione del raddoppio della linea ferroviaria Orte-Falconara.

Per effettuare le operazioni di despolettamento dell’ordigno di costruzione americana tutta l’area circostante la zona in cui si trova la bomba all’altezza del ponte ferroviario popolarmente denominato “sei ponti”, lungo il tratto Fabriano-Albacina della linea Ancona-Roma, sarà resa off limits.


In pratica intorno alle ore 8.30 del mattino inizierà l’operazione di evacuazione dei residenti nella zona, in tutto circa 150 persone. Anche ogni altra attività di natura industriale ed agricola sarà bloccata. Si ritiene che questa operazione richieda circa un’ora e mezzo di tempo. Successivamente sarà bloccato il traffico lungo alcune vie della zona e precisamente dall’incrocio fra via Di Vittorio all’altezza del supermercato LIDL fino all’incrocio con via Bachelet, fra via Grandi o del Maragone fino all’incrocio con via Rossi, fra via Merloni (zona rotatoria) fino al bivio per la frazione Nebbiano. I vigili urbani, inoltre, provvederanno anche ad istituire punti di preavviso per informare quanti volessero percorrere la zona e quindi invitati a percorrere altre vie.


Una volta ultimata l’operazione di eliminazione dell’innesco della carica esplosiva – operazione che in genere richiede circa un’ora, un’ora e mezzo di tempo – la bomba resa inoffensiva verrà portata nella zona di Putido per essere fatta brillare. Un’altra bomba, ma di potenziale nettamente inferiore, era stata trovata nella stessa zona lo scorso anno sempre nel corso dei lavori di raddoppio della linea ferroviaria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2009 alle 13:26 sul giornale del 08 luglio 2009 - 977 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano





logoEV