Rinnovato l\' accordo Comune-Sindacati per affitti a canone concordato

2' di lettura 28/07/2009 - Il sindaco di Fabriano, Roberto Sorci - unitamente ai rappresentanti sindacali delle sigle UPPI-SUNIA-SICET-UNIAT Territoriali di Ancona - ha firmato il rinnovo dell’accordo per i “Contratti di affitto a canone concordato”.

Il rinnovo dell’accordo segue un precedente concordato sui canoni di affitto degli alloggi privati ad uso abitativo a canone agevolato stabiliti da un patto con il come firmato oltre cinque anni fa, nel marzo del 2004. Il nuovo testo aggiorna i criteri di calcolo vigente con l’obiettivo di: - abbassare i tetti massimi di canone controllato anche in considerazione delle notevoli riduzioni dei canoni di mercato rispetto ai valori utilizzati nell’accordo del 2004.



Sono annullati gli aggiornamenti ISTAT 2005/2009 con una riduzione dei massimi consentiti di circa l’8 per cento - riequilibrio dei valori base tra le diverse microzone del Comune abbassando di un ulteriore 5-6 per cento i tetti delle zone più costose - reiquilibrio dei criteri di calcolo tra gli alloggi più piccoli e quelli più grandi con un incremento massimo di circa il 10 per cento sugli alloggi inferiori ai 65 metri quadrati e con un ulteriore 10-20 per cento per gli alloggi superiori ai 90 metri quadrati - ulteriore riduzione del 4 per cento sugli alloggi costruiti tra il 1990 ed il 1999 con più considerabili di nuova costruzione L’accordo, inoltre, prevede nel dettaglio le riduzioni in base alle microzone.



Le organizzazioni sindacali hanno altresì chiesto al Comune di impegnarsi a deliberare per i contratti agevolati già stipulati e tutt’ora in corso, una aliquota ICI differenziata premiando i locatori che sospenderanno l’applicazione dell’adeguamento ISTAT per un periodo di tre anni successivi alla entrata in vigore del nuovo accordo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2009 alle 15:51 sul giornale del 28 luglio 2009 - 1755 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano, affitti





logoEV