La carta Fabriano incontra la tradizione calligrafica giapponese

1' di lettura 30/07/2009 - La grande tradizione della carta Fabriano e quella calligrafica tradizionale giapponese si incontreranno domenica prossima 2 agosto nel Chiostro Maggiore del complesso monumentale San Domenico che ospita il Museo della Carta e Filigrana.

Ad accrescere e completare l’incontro ci saranno anche il sassofono di Marcello Allulli ed il flauto di Lorenzo Fontana nonché, a conclusione della serata, un concerto dei docenti che dal 1 all’11 agosto daranno vita ai “Seminari estivi in jazz”. Carta, tradizione calligrafica del Sol Levante e Jazz, quindi daranno vita ad un mix originalissimo che Assessorato al turismo e Museo della Carta e filigrana hanno chiamato “SHODOU PAPER E JAZZ”.



Si inizierà alle ore 18.00 con l’inaugurazione nella Galleria monumentale del Museo della Mostra di Opere Shodou degli allievi della di Kasugaishi-Nagoya (Giappone centrale) e che resterà aperta fino al 13 settembre ad ingresso libero. Alle 21.30 il maestro shodouka TOUKOKU HARADA si esibirà nell’antica arte calligrafica utilizzando carta fatta appositamente a mano dai maestri cartai del Museo. Lo shodou, per scrivere, utilizza la china. Gli ideogrammi realizzati saranno interpretati in chiave jazz, quindi improvvisando, dal sassofono di Marcello Allulli e dal flauto di Lorenzo Fontana. Tutto avverrà in costume tradizionale giapponese.



La cerimonia sarà completata da un concerto tenuto dai docenti della rassegna “JN JAZZ” che per dieci giorni daranno vita agli oramai tradizionali seminari jazzistici. Al termine della serata un brindisi nel chiostro minore del complesso San Domenico sancirà l’incontro tra arti, culture ed esperienze così lontane eppure così vicine nello spirito della conoscenza e dell’incontro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2009 alle 15:43 sul giornale del 30 luglio 2009 - 1058 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, fabriano, Comune di Fabriano





logoEV