Ecco le Marche dell\'accoglienza

3' di lettura 31/07/2009 - I nuovi segmenti turistici costituiscono un\'opportunità significativa per la riqualificazione dell\'offerta territoriale delle Marche.

Lo rivelano i primi dati di un’indagine che sta conducendo l\'Osservatorio sul turismo di Confindustria Ancona e che rafforzano gli obbiettivi di sensoriABILIS – Percorsi dei sensi e dei sapori, la manifestazione dedicata al turismo accessibile e alla multisensorialità che si svolgerà a Fabriano dal 31 luglio al 2 agosto. Secondo l’indagine, coordinata dal professor Gabriele Micozzi, docente di marketing turistico alla Politecnica delle Marche, dei mille turisti non residenti in regione fino ad oggi interpellati, il 68% ritiene le Marche una possibile ‘terra dell\'accessibilità’, dove ognuno può trovare soddisfatte le proprie esigenze nel rispetto del territorio e delle persone. Particolarmente significativo il dato relativo alla provincia di Ancona, citata tra le più recettive anche grazie a eccellenze come il Museo tattile statale Omero e la Lega del Filo d’oro.




Le richieste più significative da parte di coloro che hanno visitato il territorio sono: migliorare la rete dell\'offerta accessibile (36%), migliorare i sistemi di comunicazione per i disabili (29%), offrire servizi dedicati e prodotti turistici mirati (25%). Una possibilità di sviluppo che, secondo l’assessore regionale alla Cultura e al Turismo Vittoriano Solazzi, si aggiunge ad un importante compito sociale: “Abbiamo aderito a sensoriABILIS sin dall’inizio con convinzione – commenta – in particolare per due ragioni. In primis il progetto tocca il tema della disabilità, che ci sta a cuore come istituzione e che trova una forte consonanza con i valori della comunità marchigiana; inoltre, dotare la nostra regione di strutture in grado di accogliere i diversamente abili costituisce una reale opportunità di sviluppo per il nostro turismo”. In 2009 è l’anno decisivo per sensoriABILIS: obbiettivo centrale è infatti quello di avviare il percorso che porti alla certificazione di qualità in tema di accessibilità.


Con questo sistema l’Uni - Ente nazionale italiano di unificazione potrebbe stabilire se una struttura o un territorio soddisfa i requisiti di accessibilità, non solo sul piano strutturale ma anche e soprattutto culturale. Questo processo porterà a creare un vero e proprio modello nell’accessibilità turistica: chi vorrà qualificare la propria attività in questo senso saprà esattamente cosa fare. L’evento è ideato e promosso da Confindustria Ancona con il sostegno e la partecipazione attiva di Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Fabriano e Camera di Commercio di Ancona e con il supporto di numerose associazioni e soggetti privati. Molti gli appuntamenti in programma: tra i principali il Premio che verrà assegnato dalla madrina Carmen Lasorella alle realtà d’eccellenza nel settore; il convegno sul Turismo accessibile moderato da Silvia Vaccarezza (Tg2), e poi spazio alle testimonianze e allo sport: ci saranno non solo eventi speciali, come la partita di hockey su carrozzina elettrica e un torneo di calcio tra disabili mentali, ma anche ospiti d’eccezione: i campioni paralimpici Fabrizio Macchi e Giorgio Farroni ed Evaristo Beccalossi, ex fantasista dell’Inter e oggi noto volto televisivo.



Al Loggiato San Francesco, cuore della manifestazione, saranno in mostra le “Marche per tutti”: stand con le eccellenze gastronomiche; materiale informativo disponibile anche in supporti video e in braille, partenze per visite sul territorio con guide per non vedenti ed interpreti Lis. Anche quest’anno si giocherà con i sapori, con degustazioni, corsi di cucina, finger food e cene “sensoriali a lume di candela”. Dettagli su www.sensoriabilis.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-07-2009 alle 15:07 sul giornale del 31 luglio 2009 - 1983 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano