Serra San Quirico: pensionato si adagia sui binari e viene travolto dal treno

binari 2' di lettura 10/08/2009 -

Aveva premeditato tutto. Anche se nessuno della sua famiglia se n\'era accorto. E sabato mattina alle 7, ha messo in pratica il suo insano proposito. Si è adagiato sui binari e ha atteso che il treno Eurostar per Roma sopraggiungesse. E\' morto così un pensionato di Fabriano residente nella Capitale. Si trovava a Castelletta per trascorrere insieme alla moglie alcuni giorni di vacanza. Gli ultimi.



Il dramma si è consumato intorno alle 7 lungo i binari della tratta ferroviaria che collega Serra San Quirico a Fabriano. Il pensionato - un 77enne (A.C. le sue iniziali) originario di Fabriano ma residente da alcuni anni a Roma - si trovava a Castelletta per le ferie assieme alla moglie. Sabato mattina presto è uscito di casa al volante della sua auto, l\'ha parcheggiata nei pressi del passaggio a livello abbassato, con gli sportelli aperti e con le chiavi lasciate inserite nel cruscotto. Poi ha oltrepassato la sbarra e si è disteso sui binari. In attesa del treno. Sapeva perfettamente che stava per arrivare. La fine di tutto. L\'Eurostar proveniente da Rimini con direzione Roma lo ha travolto non lasciandogli scampo.

Il macchinista, ancora sotto choc all\'arrivo dei soccorsi, non ha fatto in tempo a frenare e a impedire la tragedia. Il convoglio è rimasto fermo fino alle 10,30. La tratta è stata chiusa alcune ore per permettere il recupero dei resti del povero pensionato. Sul posto, anche i vigili del fuoco e gli agenti della Polfer per i rilievi di legge. La salma è stata trasferita all\'obitorio di Fabriano. Il magistrato ha concesso il nullaosta per la sepoltura. Il funerale sarà celebrato lunedì mattina. Il corteo funebre muoverà alle 10,30 dall\'obitorio per poi raggiungere alle 11, la chiesa parrocchiale di Castelletta di Fabriano. Il pensionato lascia la moglie, un figlio e tre nipotini nello sconforto. Non aveva mai manifestato alcuna forma di quella depressione nera che poi spinge al suicidio, sembra non fosse malato e che non abbia lasciato neanche una riga ai familiari per spiegare le motivazioni del suo drammatico gesto.








Questo è un articolo pubblicato il 10-08-2009 alle 19:30 sul giornale del 10 agosto 2009 - 1297 letture

In questo articolo si parla di cronaca, treni, suicidio, telefono amico, serra san quirico, binari, Talita Frezzi

Leggi gli altri articoli della rubrica fatti tragici





logoEV