Consorzio Frasassi: primo consiglio di amministrazione

4' di lettura 25/08/2009 - Lunedi 24 agosto, il generale di corpo d’Armata, Filiberto Cecchi, nato a Genga il 25 gennaio 1944, in veste di neo presidente, ha tenuto il primo Consiglio di Amministrazione del Consorzio Grotte Frasassi. Cecchi, sposato con la signora Francesca, padre di due figli: Valentina ed Andrea, ha frequentato il 20° Corso dell’Accademia Militare di Modena e la scuola di Applicazione .

Nominato nel 1965 Sottotenente nell ‘ Arma di Cavalleria , e promosso al grado di Tenente nel 1967 , ha trascorso più di 10 anni presso il Reggimento “Savoia Cavalleria” dove ha ricoperto incarichi di Comando e Staff e svolto attività equestre a livello agonistico . Dopo la frequenza del 104° Corso di SM e del 104° Corso Superiore di SM, è stato impiegato dal 1982 al 1985 quale Ufficiale Addetto dello SME . Ufficio Impiego del Personale e successivamente inviato negli USA per la frequenza del “US Command and General Staff Course” (1985-1986). E’ stato Comandante del 5° Gruppo Squadroni “Lancieri di Novara “(1986-1987).


Dopo un periodo trascorso presso lo SME come Capo Sezione presso l’Ufficio Operazioni e lo SMD (Ufficio del Capo di SMD) ha comandato il Distretto Militare di Torino per poi tornare allo SME come Capo Ufficio Operazioni , proprio negli anni (1991-1994) in cui si realizzarono numerosi missioni all’estero (Albania, Mozambico,Somalia, ecc.) e in Italia (Forza Paris, Vespri Siciliani, ecc.) e prese avvio la pianificazione per l’intervento nei Balcani . Negli anni 1994-1996 ha comandato la ricostruita Scuola di Cavalleria nella sede di Montelibretti) ed è stato responsabile dell’equitazione militare nelle diverse discipline del “salto ostacoli” , delle “corse” e del “ completo”. Dal 1996 al 1999 è stato destinato quale addetto per la Difesa presso l’Ambasciata d’Italia In Israele . Nominato nuovamente Comandante della Scuola di Cavalleria , che nel frattempo aveva incorporato anche la Scuola Truppe Corazzate , ha ricoperto contemporaneamente l’incarico di Vice Ispettore per l’Arma di Cavalleria (1999-2001) . Nel 2001 ha prestato servizio quale Vice Comandante delle Forze NATO in Kosovo (KFOR 5) e , successivamente , quale Vice Ispettore per la Formazione e la Specializzazione dell’Esercito. Dal 2002 al 2005 è stato il Comandante del Comando Operativo di vertice Interforze, responsabile di tutte le operazioni delle quattro Forze Armate in Italia ed all’Estero . Dal 23 luglio 2005 al 13 settembre 2007 è stato il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito .


Dal febbraio 2008 è Vicepresidente dell’Unione Nazionale per l’Incremento delle Razze Equine, Ente di diritto pubblico . Ha conseguito la Laurea in Scienze Strategiche ed il Master di secondo livello in Scienze Strategiche presso l’Università di Torino ed ha frequentato il Corso per Istruttori Militari di Equitazione ed il Corso NATO di Guerra Psicologica . Il Generale Cecchi , Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana , decorato di due Croci d’Oro al Merito dell’Esercito, Medaglia d’Oro al Merito della Croce Rossa Italiana e d’Argento al Merito di Lungo Comando (15 anni) oltre che di onorificenze derivate da 40 anni di servizio militare. Lungo, qualificato ed autorevole il curriculum da cui ora, Cecchi, si accinge a gestire questa struttura. “Durante la seduta del 7 agosto scorso l’Assemblea del Consorzio Frasassi, costituita dal Comune di Genga e dalla Provincia di Ancona” è il sindaco Giuseppe Medardoni ad informarci “è avvenuta la nomina del nuovo Consiglio dell’Ente deputato alla gestione delle Grotte di Frasassi”.


L’Ente consortile è oggi costituito da Cecchi, e da Marco Filipponi entrambi di espressione del Comune di Genga e Leonardo Animali indicato dalla Provincia di Ancona. “Con viva emozione” è ancora Medardoni a parlare “il Presidente ha aperto questa nuova fase gestionale. Egli, come tutti noi, ha a cuore le sorti del comune di origine e con grande ed encomiabile spirito di dedizione e vero sentimento di amore ha accettato la proposta di ricoprire questo incarico ruolo. E’ uomo – sottolinea - che ha messo a disposizione la sua vita per la patria, dando lustro al nostro piccolo comune. Per gli obbiettivi e le competenze maturate in anni di servizio, non può che dare lustro e garanzia di linearità, correttezza e trasparenza nella gestione del patrimonio naturalistico, con spirito della trasparenza negli atti amministrativi e oculatezza nella spesa pubblica, prerogative che la nostra maggioranza comunale vuole perseguire nei cinque anni di mandato. Come sindaco di Genga – conclude - ringrazio il Generale per la sua opera profusa quale alta carica dello stato e gli auguro buon lavoro, certo che potrà spendere un contributo in termini di saggezza ed esperienza del quale tutta la cittadinanza gli sarà riconoscente”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-08-2009 alle 19:51 sul giornale del 25 agosto 2009 - 1839 letture

In questo articolo si parla di attualità, Daniele Gattucci





logoEV