La Commissione Eurpoea finanzia il progetto del Parco Gola della Rossa Frasassi

3' di lettura 04/09/2009 - Proficuo periodo festivo per le attività della Comunità Montana Esino Frasassi di Fabriano che nel mese di Agosto sono continuate senza sosta “per traghettare la CM” spiega il Commissario – Presidente Fabrizio Giuliani “verso la nuova dimensione disegnata dal legislatore regionale con la Legge del luglio scorso che ha modificato la Legge del luglio 2008.

Il lavoro incessante – sottolinea - è stato premiato da due notizie molto importanti”. Vediamole subito nell’ordine. La prima è relativa al Parco Gola della Rossa e Frasassi, gestito dall’Ente Montano, al quale è stato assegnato un finanziamento, tra i pochi ottenuti in Italia, dalla Commissione Europea in data 28 luglio a valere sui fondi Life Natura “Save the Flyers” per il progetto “Misure per la conservazione della chirettorofauna e dell’avifauna nell’Italia Centrale”.


Ennesimo riconoscimento dell’ottimo lavoro svolto questo settore dall’ente montano, in particolare dal Presidente e dal responsabile Massimiliano Scotti con tutto lo staff . L’altra buona notizia arriva dalla Regione Marche e muove dai bandi relativi alla promozione delle energie rinnovabili (impianti solari e fotovoltaici) in seno ai quali sono stati approvati, ed in graduatoria, cinque dei sei progetti presentati di cui tre finanziati. Lo stanziamento complessivo è di 216.463,37 € su un investimento totale di 333.455,87 €. “Per altri due progetti” è ancora Giuliani a darne conto “si attende che la Regione Marche, viste le numerose domande pervenute, provveda a rimpinguare i finanziamenti assolutamente insufficienti. Ulteriori, piccoli ma significativi passi, sulla strada dello sviluppo sostenibile, da seguire con determinazione sia dal punto di vista etico ed utile per l’economia.


La nuova CM – tiene a rilevare - in particolare la nostra che gestisce un Parco naturale regionale, ha il dovere di fare da battistrada, di sperimentare, di aprire nuovi scenari, nuovi spazi a favore della popolazione ed al servizio dei Comuni. Possiamo e vogliamo essere uno dei luoghi innovativi dove la Regione possa sperimentare un modello diverso di sviluppo attraverso le 3 E: Etica, Economia, Ecologia. Ovvero moderne agenzie al servizio del territorio che utilizzano gli strumenti della democrazia, della semplificazione e dell’efficacia per gestire la complessità in un continuo divenire, basata sui progetti concreti quanto credibili volti a coinvolgere, allargare, interagire con il territorio. Inoltre in un periodo turbolento come questo bisogna fare di necessità virtù! Risparmiare significa salvare il futuro e garantire il presente.


Unica nota stonata, per il secondo anno consecutivo – conclude il presidente commissario – la comunicazione concernente le iniziative culturali relative sia al progetto Cohabitat, che ai finanziamenti della LR75, proposte dalla CM a favore dei Comuni associati. Ancora una volta, non sono state considerate all’altezza degli alti, inflessibili, autorevoli, oggettivi parametri provinciali fissati da una super-commissione provinciale di iper -esperti, di cui non si conoscono né composizione né competenze. Come sempre gli uomini e le donne della montagna alzano le spalle, scuotono i calzari e continuano la loro strada, anche se poi, come nel caso della Valmarecchia, a volte le strade portano…lontano!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-09-2009 alle 14:30 sul giornale del 04 settembre 2009 - 974 letture

In questo articolo si parla di attualità, comunità montana esino frasassi





logoEV