Serra San Quirico: Santoni, la sorgente Gorgovivo è a rischio

acqua 3' di lettura 12/09/2009 - \"Il Mosca Club Vallesina è stato ufficialmente invitato dal Comune di Serra San Quirico, un segno di stima e di condivisione per le numerose iniziative a favore dell’ambiente promosse dal club nella valle, per cui ringrazio anche a nome del presidente\".

Tuttavia le considerazioni le faccio a titolo personale e come aderente al “Cantiere Altre Marche” e al “Forum italiano dei movimenti per l’acqua”. Gli interventi politici e tecnici sono stati di notevole peculiarità ed interesse, molto attenti e quasi esasperanti nel tentativo di far passare un messaggio che alla fine è stato,a mio avviso, molto contraddittorio,sia nei principi che nei modi. La sorgente Gorgovivo è a rischio, anche se le relazioni, contraddittorie, ne offuscano la realtà.



La Multi servizi è a rischio, perché per quasi l’80% del capitale è finanziata dalle banche, quindi praticamente è già delle banche,infine non si dice, nessuno dice, come potrà evitare gli effetti del famigerato articolo 23/bis, (accesso ai privati)e relative modifiche peggiorative,in quanto come SPA non potrà dichiararsi attività “priva di rilevanza economica”. Si auspica un risparmio idrico, al fine di salvaguardare le riserve e dare a tutti la possibilità di accesso all’acqua come diritto inalienabile.



Ma purtroppo tutto ciò è reso vano dalle proposte ,quasi unanimi, di aumentare le tariffe, per salvare la multiservizi, giustificate, (giustamente?), dal fatto che i cittadini spendono moltissimo per la minerale, QUALI CITTADINI? Ovviamente tutti capirete che un aumento mirato a far cassa, non potrà mai sperare in un risparmio ,altrimenti verrebbe vanificato. La verità, quindi, ancora una volta è stata velata. Se gli aumenti non venissero concessi dai “Sindaci” della spa, pena l’impopolarità, si dovrebbe indurre ad un consumo ancora più esasperato per fare cassa,o a qualche altra forma di risparmio,le manutenzioni? Si è detto: l’ottimo sarebbe che tutta l’acqua utilizzata, per qualsiasi uso, sia quella di Gorgovivo, tutta di sorgente. Infine sembra che la “quadrilatero” non faccia impatto su gorgovivo, o tuttalpiù, solo nei confronti di “piccole sorgenti”. Ma chi lo dice che le piccole sorgenti si possono sopprimere? Lo hanno chiesto ai cittadini?



Buono l’intervento sul DMV, deflusso minimo vitale, ma ancora incerta l’applicazione. Ad una mia proposta di coprire le spese con la tassazione generale, più equa, e non dalle tariffe, inique, e di garantire i 50 lt. gratis ad ogni cittadino, operazione che da sola risolverebbe il problema del risparmio idrico, del diritto di accesso, e del rischio banche, la risposta per la maggiore è stata: l’acqua gratis non è cosa educativa, chi paga? Secondo me è il pagare che accentua l’offerta e il diritto al consumo. La politica no è più capace di fare il suo lavoro,ma chi dovrebbe decidere le priorità di come spendere soldi pubblici? Chi a deciso di costruire una terza corsia autostradale inutile ai fini di scorrevolezza del traffico, che altro non farà che attirare altro traffico? Chi a deciso per la Quadrilatero? Chi deciderà per la “complanare”. Per citare grandi opere locali. Il territorio non sopporta altre aggressioni, i cittadini non credo sappiano fino in fondo le verità e le alternative.


Lucio Santoni






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-09-2009 alle 16:58 sul giornale del 12 settembre 2009 - 1311 letture

In questo articolo si parla di attualità, acqua, Mosca Club Vallesina





logoEV