E’ attivo il progetto ‘Sostegno Lavoro’: un aiuto finanziario alle imprese in bilico

3' di lettura 16/09/2009 - Il progetto è opera di Ascomfidi, cooperativa di garanzia fidi aderente alla Confcommercio Ancona, in collaborazione con la Banca Popolare di Ancona.



Sarà offerto un sostegno finanziario volto ad anticipare gli esborsi monetari di un anno di contributi previdenziali per dipendenti e titolari d'azienda del comparto commerciale, del turismo, dell'intermediazione e dei servizi. Il finanziamento avrà un trattamento di particolare favore, sia nell'erogazione sia nelle condizioni economiche:

- Massimo importo finanziabile di 50 mila euro;

- Rimborso massimo in 36 mesi a rate costanti;

- Tasso fisso minimo 3,20% - massimo 4,90

- Finalità: liquidità aziendale per anticipazione costo previdenziale azienda e titolari di un anno.

E' inoltre importante sottolineare che non ci saranno spese di istruttoria Ascomfidi, né commissioni Ascomfidi, né depositi cauzionali. I diritti di segreteria saranno dell'1% dell'importo erogato. Le spese di istruttoria Banca ridotte del 50% rispetto allo standard. Le domande dovranno pervenire entro e non oltre il 20 Ottobre 2009. Sono a disposizione gli uffici dell'Ascomfidi (via della Loggia, 5 Ancona) e le delegazioni di Confcommercio di: Ancona, Osimo, Numana, Castelfidardo, Falconara, Jesi, Fabriano, Senigallia. Per ulteriori informazioni visitare il sito www.ascomfidi.an.it

"Il problema di sostenere l'occupazione è urgente - ha dichiarato Rodolfo Giampieri, presidente Confcommercio della Provincia di Ancona - l'idea della Banca Popolare di Ancona nasce per rassicurare la gente, premessa questa indispensabile per una ripresa dei consumi. Il progetto è anche in collaborazione con Ascomfidi, che è pronta a garantire la sospensione dei debiti delle piccolo- medio imprese. E' prevista anche la possibilità di cassa integrazione anche nel mondo del commercio per le imprese con meno di 15 dipendenti. La risposta della Banca Popolare dimostra come le nostre banche siano legate al territorio".

"La crisi che ha colpito il mondo del commercio - ha dichiarato Fabrizio Ascoli, presidente Ascomfidi - ci ha spinti a cercare soluzioni tampone per aiutare le imprese. Questa iniziativa ci ha permesso di offrire agli imprenditori un momento di serenità per superare la crisi".

E' intervenuto anche Luciano Goffi, direttore generale della Banca Popolare di Ancona, il quale ha detto: "Cooperiamo seriamente con Ascomfidi e Confcommercio da molti anni ed abbiamo sempre ottenuto ottimi risultati. Per quanto riguarda il credito, quest'anno quello erogato alle imprese è stato quasi il doppio rispetto a quello erogato lo stesso periodo nell'anno scorso. Questo intervento è volto a dare respiro agli imprenditori aspettando che la ripresa faccia risalire i consumi".

"Parlando in numeri - afferma il direttore della Confcommercio Ancona, Massimiliano Polacco - la Confcommercio rappresenta 6 mila imprese marchigiane e 36 mila lavoratori. Questa operazione di sostegno è stata presentata a Roma e sarà un modello per il resto dell'Italia. Era previsto per quest'anno un calo dei consumi del 6%, invece l'economia marchigiana ha dimostrato di reggere alla crisi con un calo di consumi del 2/2,5%".








Questo è un articolo pubblicato il 16-09-2009 alle 14:39 sul giornale del 16 settembre 2009 - 1762 letture

In questo articolo si parla di economia, chiara bruglia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Iyn





logoEV