Carifac, Ciccioli: Sorci, Merloni e Spacca non sono più credibili

carlo ciccioli 2' di lettura 22/12/2009 - Passato il polverone che ha preceduto e seguito l’assemblea della Carifac di venerdì 18, ora è possibile riflettere su ciò che è accaduto.

Più del 94% del capitale sociale e dei soci ha votato a favore dell’ingresso nell’istituto del gruppo Veneto Banca, non perché intendeva svendere la vecchia Cassa di Risparmio e la sua storia o svalutare il proprio capitale, ma perché tale soluzione era l’unica che potesse far fronte a sofferenze per 330 milioni di euro causati dalla crisi economica ed in gran parte irrecuperabili, situazione che avrebbe portato alla fine dell’istituto. L’ingresso di un socio forte, dotato di grande liquidità finanziaria, il solo che si è fatto avanti concretamente, era l’unica via di uscita, indicata da Bankitalia per evitare il commissariamento e la fine ingloriosa della banca.



Ogni altra via, a carattere speculativo, non affrontava il nodo vero della questione, cioè rimettere i conti a posto e continuare a svolgere il ruolo di cassaforte di riferimento per le famiglie, le piccole e medie aziende ed il territorio. Ma il fatto significativo è stata la sconfitta politica del gruppo dirigente che da decenni ha egemonia su Fabriano amministrando la città, la banca ed anche la Regione. Nonostante gli appelli e le voci allarmistiche, compreso la possibilità di licenziamento di molti dipendenti, diffuse dal sindaco Sorci, dall’On. Francesco Merloni e dall’attuale Presidente della Regione Gianmario Spacca, meno del 5% dei soci ha dato loro retta e meno dell’1% si è astenuto.



Ciò significa che costoro non sono più credibili a Fabriano, dove vivono e hanno le loro centrali di consenso e rapporti anche personali consolidati e, a maggior ragione, non sono più credibili nel resto delle Marche in vista delle elezioni regionali. Sono ormai potere virtuale e non più potere reale. Fabriano sta spiegando ai marchigiani che molto è cambiato in questi ultimi anni in termini di fiducia e consenso e che il cambiamento nell’intera regione oggi è possibile.


da Carlo Ciccioli
vice coordinatore regionale PdL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2009 alle 15:26 sul giornale del 23 dicembre 2009 - 1202 letture

In questo articolo si parla di carlo ciccioli, politica, fabriano, pdl





logoEV
logoEV