Assemblea antifascista fabrianese: presidio contro l'intolleranza

assemblea antifascista 3' di lettura 30/06/2010 -

Nella notte a cavallo tra il 23 e il 24 giugno durante i festeggiamenti per la chiusura del Palio, un ragazzo fabrianese di 19 anni è stato insultato, aggredito e picchiato da diversi ragazzi fuori dell'osteria del Borgo.



Nella notte a cavallo tra il 23 e il 24 giugno durante i festeggiamenti per la chiusura del Palio, un ragazzo fabrianese di 19 anni è stato insultato, aggredito e picchiato da diversi ragazzi fuori dell'osteria del Borgo. L'aggressione vigliacca ha una matrice ideologico-politica in quanto il ragazzo è stato massacrato di botte per aver cantato Bella Ciao e per aver indossato una maglietta con il volto di Che Guevara. A Fabriano, come in tutta Italia, queste azioni non devono passare impunite, all'ignoranza che conduce al più becero fanatismo dobbiamo opporre la nostra cultura di antifascisti che presidiano il territorio, che a gran voce rivendicano nessuno spazio di agibilità politica per coloro che si rifanno ad una cultura rigettata nelle fogne della storia.

Ciò che è accaduto nella nostra città è un'eco di ciò che quotidianamente avviene in Italia, sono tantissime le vittime del fascismo moderno e di una cultura dell'intolleranza sponsorizzata dall'attuale governo che continuamente mortifica il 25 aprile svuotandolo di ogni significato politico, che con i vari pacchetti sicurezza attacca le classi sociali più deboli come i lavoratori e i migranti e che copre la crisi economica con una spietata caccia ai più disagiati. Non vogliamo solo denunciare il gravissimo evento accaduto a Fabriano, che non resterà sicuramente impunito,ma richiamare tutti gli antifascisti del nostro territorio ad una consapevolezza importante: che oggi esiste un fascismo moderno che trova nella cultura dell'odio e della xenofobia la sua linfa di sopravvivenza.

E' doveroso che tutta la collettività stigmatizzi quest'atto gravissimo e che lo condanni fermamente per questo venerdì 2 luglio allestiremo un presidio in Piazza del Comune a partire dalle ore 18 al quale invitiamo tutti gli antifascisti fabrianesi. Contro tutte le forme di fascismo, intolleranza e xenofobia. Contro un governo che promuove una cultura dell'odio e incentiva ogni forma di più becero revisionismo storico - Per un antifascismo militante, che non si riduca a mera testimonianza, ma che sia una scelta di vita e di lotta. Vogliamo una società che trovi le sue basi in idee di giustizia sociale, libertà e solidarietà per questo nessun fascista pensi di trovare vita facile nelle nostre città.

Aderiscono al presidio: RevoluzionE, Collettivo Studentesco 70C, Centro Sociale Autogestito Fabbri, Redazione Caffè Revolution, Partito Comunista dei Lavoratori, ANPI Fabriano, Effetti Cllaterali, Circolo ARCI “Il Corto Maltese”, Associazione Il Cantiere delle Idee, Comunisti Italiani Fabriano, Rifondazione Comunista Fabriano, Sinistra Ecologia Libertà Fabriano, Paritto Democratico Fabriano, CGIL Fabriano, ANPI Matelica, Magma Matelica, Rifondazione Comunista Matelica, Giovani Democratici Matelica, Ya Basta Marche, Comunità Resistenti delle Marche, Circolo Gramsci Ancona






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2010 alle 16:40 sul giornale del 01 luglio 2010 - 993 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, aggressione, antifascismo, fascismo, Assemblea antifascista fabrianese, intolleranza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/HE





logoEV