Studenti americani in città per studiare le origini della carta

2' di lettura 30/06/2010 -

Attraversare oceani e continenti per venire a Fabriano a studiare la carta, la sua storia, la sua vita.



E’ questo che ha spinto Lynn Sures e i suoi studenti a venire in Italia proprio in questo mese. In realtà l’iniziativa prende le mosse nel 2003, quando per la prima volta la docente di Washington riuscì a portare una decina dei suoi studenti a Fabriano per imparare come fare la carta. Da quel giorno è passato quasi un decennio, ma Lynn e i suoi studenti continuano a visitare questa terra di Marca.

L’ultimo viaggio si è concluso proprio sabato scorso, quando Lynn ha portato a Fabriano otto studenti delle età più disparate. “La validità del corso che offriamo – sottolinea la docente – si capisce anche dal fatto che in tutti questi anni abbiamo sempre trovato persone interessate a passare quindici giorni qui. Persone davvero di tutte le età, abbiamo studenti, professori e anche pensionati. Col tempo poi l’offerta si è arricchita, anche in questa edizione abbiamo visitato alcune zone delle Marche e in più abbiamo incontrato tanti personaggi di queste zone”. Roberto Stelluti, Franco Mariani e molti altri artisti illustri del centro Italia sono stati i docenti di questo seminario durato due settimane che ha attirato a Fabriano persone da tutto il mondo, dagli Stati Uniti alla Gran Bretagna, ma anche dall’Asia e dall’Australia. “Ormai il mondo sta cambiando e le persone vanno a caccia di un nuovo tipo di turismo – osserva l’assessore al turismo Giovanni Balducci -.

Dobbiamo acuire la fantasia per riuscire a valorizzare le risorse dove ci sono. Il progetto di studio della carta realizzato in questi anni è un ottimo esempio di questo nuovo tipo di offerta, che unisce la promozione del territorio alla valorizzazione della sua storia”. Negli anni, sono più di cinquanta gli studenti di ogni nazionalità ed età, che sono venuti a Fabriano grazie al corso della Sures e molti altri ne verranno nelle prossime edizioni. Nasce un nuovo modo di promuovere la città, che mette a sistema le conoscenze di un popolo, con le personalità che le contraddistinguono e con le bellezze che lo colorano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2010 alle 11:25 sul giornale del 01 luglio 2010 - 712 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Gs





logoEV