L’assessore Paoletti risponde al consigliere Urbani sugli aiuti economici

economia 2' di lettura 02/07/2010 -

Il consigliere Urbani non può far finta di non sapere come stanno le cose a proposito della mancanza di regole per gli aiuti economici alle persone in difficoltà così come le ha esposte giovedì in Consiglio comunale.



Urbani, con il suo modo di fare, vuole screditare la struttura dei servizi sociali ed il grande lavoro che stanno facendo in questo periodo, in silenzio e nella massima trasparenza.A volte può accadere che la stesura di una delibera possa presentare delle imperfezioni linguistiche ma questo non pregiudica la sostanza del problema affrontato. Aggiungo che questa tecnica di inserirsi nella problematica, sapendo di affermare il falso, è già stata utilizzata in altre circostanze, in particolare nel corso di alcuni consigli comunali – a volte in modo esplicito, a volte in modo indiretto - durante i quali io non ho voluto rispondere per non entrare in inutili polemiche poiché, personalmente, sono interessato a svolgere il lavoro affidatomi senza fare proclami.

Credo che in questo modo, invece di dare informazioni e creare fiducia nelle istituzioni, Urbani genera un malcontento generale nella cittadinanza facendo credere che sia sufficiente recarsi presso gli uffici dei 'servizi al cittadino' per ottenere elargizioni. Il consigliere Urbani sa invece benissimo che gli aiuti di cui lui parla sono essenzialmente rivolti a famiglie in seria difficoltà, con figli minori, che altrimenti rischierebbero di essere allontanati dalle famiglie con conseguenze facilmente intuibili, affidati al sindaco che a sua volta li dovrà inserire in strutture residenziali per minori a rischio con costi a carico della collettività che si aggirano intorno ai 110,00 euro giornalieri;

il tutto fino all’età di diciotto anni o fino a quando le condizioni non consentono un ritorno in famiglia! Il consigliere Urbani sa, non sa, o fa finta di non sapere che, mediamente, ogni giorno 25-30 persone si recano presso gli uffici dei servizi sociali? Il consigliere Urbani sa , non sa, o fa finta di non sapere che le nostre strutture collaborano quotidianamente ed intensamente con altre associazioni – Caritas, San Vincenzo de Paoli, Avulls, ecc. - che si dedicano al sostegno di chi è in difficoltà per evitare elargizioni senza regole?

In conclusione a Urbani che dice sempre di parlare a favore dei cittadini, consiglio di non fare populismo al fine di creare tensione sociale perché questo lo fa già egregiamente il suo Governo centrale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-07-2010 alle 17:35 sul giornale del 03 luglio 2010 - 824 letture

In questo articolo si parla di politica, fabriano, Comune di Fabriano, renato paoletti, Urbani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Ni





logoEV