Al via l'attività del progetto 'Via Baldo 31'

3' di lettura 22/07/2010 -

In linea con le recenti tendenze di mercato, Giorgia F apre un temporary shop, un negozio a tempo, al “Via Balbo 31” di Fabriano, contenitore d’eccellenza del centro storico dove Claudio Monteverde, ha deciso di portare un fiume di creatività, estro, innovazione, aggiungendo arte, cultura, sapori.



Qui, infatti, coabitano la rivendita storica Regalobello ed un ristorante dove vengono preparati menù con materie prime a kilometri zero, come, da questi giorni la vendita di prodotti a km zero, ossia con prezzi di fabbrica. Inizia come detto il laboratorio stilistico di Fabriano che crea abiti da sposa, da sera e accessori bridalwear, realizzati con materiali di primissima scelta e prodotti esclusivamente in Italia.

In buona sostanza per circa sei settimane, dal 22 luglio al 2 settembre, alcuni abiti delle collezioni Giorgia Fedeli saranno esposti e venduti nella location che accoglie una esposizione permanente denominata “Fabriano Boutique”, dove si alterneranno anche altri lavori e progetti ispirati al mondo della carta, quello di Matteo Grimaccia, che offrirà la sua produzione “Carta Blues” a costi ridotti. “L’idea di base” ci spiega Monteverde “è proporre al consumatore l’eccellenza dei prodotti locali, le più alte espressioni del nostro made in Italy, praticamente a prezzo di costo.

La novità c’è, la convenienza anche”. Pertanto varcando la soglia di questo straordinario negozio senza tempo, i clienti potranno consultare libri e riviste fashion, sorseggiare un aperitivo, mangiare piatti sempre nuovi e stuzzicanti, rilassarsi ascoltando buona musica e acquistare gli splendidi abiti di Giorgia e le “Carte” di Matteo con sconti elevati “La sensazione” sono ancora parole del titolare sarà quella di partecipare ad un vero e proprio evento unico e inedito” e per questo ogni giovedì a partire dalle 20,30 l’appuntamento è al “Via Balbo 31” saranno organizzate performance dal vivo, ci saranno ospiti d'eccezione e tipiche degustazioni, seguendo il progetto di partenza di questa struttura decollata nel maggio scorso e definita “un contenitore”, “un laboratorio” “un luogo immateriale”.

Il 22 maggio, a questa che chiamiamo inaugurazione ufficiale, parteciparono i protagonisti del Comitato Scientifico che ora hanno dato il via definitivo al programma di selezione dei progetti. Tra i componenti del “Consiglio” personaggi di provata fama e notorietà ci sono Francesca Merloni, ideatrice e direttrice di Poiesis, Alessandro Sartori, anima e braccio operativo di Uma Luma, il professor Franco Mariani, Gabrio Marinelli, fondatore della Gama Movie, il dirgente Scolastico dell’Istituto D'Arte di Fabriano, Claudio Baldassarri, la stilista Giorgia Fedeli, titolare dell’omonima griffe, Gabriele Alfonsi, direttore commerciale-marketing delle Cartiere Miliani – Fedrigoni Group, Daniele Semola e Marco Stecconi della Linea Boutique Cartiere Miliani.

In quella circostanza tutti i presenti dissero “Un filo rosso lungo cui è necessario collegare iniziative ed eventi non necessariamente sempre grandi ma soprattutto significativi”, ebbene a due mesi di distanza si da lo start e certo si potrebbe fare di più, considerando il calibro di figure come Francesca Merloni e Gabriele Alfonsi. Comunque si parte e per completare questa prima esperienza nei due piani del “Via Balbo 31” la suggestione e la bellezza dei locali saranno arricchiti dalla esposizione della ditta di Cerreto d’Esi “Althon” che produce complementi d’arredo e la innovativa quanto spettacolare linea di specchiere ad acqua.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2010 alle 11:24 sul giornale del 23 luglio 2010 - 3534 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, Comune di Fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/auP





logoEV