statistiche sito

Raid di furti in centro, arrestati due italiani

carabinieri 1' di lettura 30/10/2010 -

Venerdì pomeriggio i Carabinieri del nucleo Radiomobile hanno arrestato in flagranza di reato due cittadini italiani sorpresi a scassinare un'autovettura in sosta lungo la strada, i due avevano già precedenti specifici.



La pattuglia, composta dal brigadiere Liberati e dall'appuntato Sensi, ha notato i due soggetti che sostavano con fare sospetto in via Stelluti Scala, ad accrescere l'allarme dell'equipaggio anche il fatto che uno dei due era stato arrestato la settimana scorsa per il furto di capi d'abbigliamento in un negozio del centro. Mentre i militari continuavano a tenere d'occhio i due sospetti un cittadino gli ha fatto notare che gli stessi avevano già armeggiato su un'altra vettura in sosta poco distante da lì. I carabinieri, sempre più insospettiti, decidono quindi di intervenire e scoprono che i due sospettati stavano in realtà tentando il furto di oggetti da una Renault Clio di proprietà di una donna del luogo.

Proseguendo gli accertamenti, gli uomini del 112, si rendono anche conto che i due malviventi erano in possesso di oggetti dei quali non sapevano spiegare la provenienza. Continuando a scavare sulla posizione dei due si scopre, così, che anche un'altra auto, una Renault Scenic, era stata oggetto di furti, sempre ai danni di una persona del luogo.

Vista l'evidenza delle prove i Carabinieri hanno subito provveduto a mettere i due pregiudicati - un brindisino, G.R., di anni 37 ed un sassoferratese, R.G., di anni 42 - in stato di arresto per furto aggravato continuato in concorso. Trasferiti in caserma per le formalità di rito sono stati poi accompagnati alla casa circondariale di Ancona a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.






Questo è un articolo pubblicato il 30-10-2010 alle 16:27 sul giornale del 02 novembre 2010 - 1053 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, alberto bartozzi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/dT4





logoEV
logoEV