statistiche sito

Successo per l'incontro sui finanziamenti e le opportunità per le nuove imprese

impresa disegnata 2' di lettura 12/11/2010 -

Relazionare su finanziamenti e spiegare le opportunità per la creazione di nuove imprese nell’ambito del progetto “un lavoro in cooperativa”, è stato lo scopo dell’incontro pubblico tenuto all’hotel Janus di Fabriano, promosso da Confcooperative Marche – sportello di Fabriano.



“Il territorio in cui fare l’incontro non è ovviamente stato scelto a caso” ha detto Gabriele Darpetti della Confcooperative Marche “ma rientra in un programma per supportare tutti coloro che, nonostante la crisi economica generale, pensano di poter avere una buona idea per creare una attività imprenditoriale in proprio”. Francesca Capecci di Consulcoop, ha invece illustrato le modalità di utilizzo di un Fondo Regionale per Investimenti nel Capitale di Rischio delle Cooperative..

“E’ una misura molto innovativa” ha chiarito “praticamente unica in Italia, che prevede la possibilità di capitalizzare le cooperative con l’ingresso nel capitale sociale sia di investitori privati che di investitori pubblici, in questo caso la Regione, per dar modo a questo tipo di imprese di affrontare in maniera più robusta le sfide del mercato. Un provvedimento - ha rimarcato - varato il 29 luglio 2010, ancora sconosciuto all’interno del movimento cooperativo, che non prevede un bando pubblico con relativa scadenza, ma la possibilità di presentare domanda durante tutto il corso dell’anno, quando cioè ci sono le condizioni per varare un progetto di sviluppo o di start-up per le cooperative che si sono costituite negli ultimi 2 o 3 anni”.

Tra gli altri strumenti che sono stati relazionati c’è anche la riproposizione del “Prestito d’Onore Regionale, ossia – è stato evidenziato - un finanziamento che già nel biennio 2006/2007 diede ottimi risultati e con il quale la Regione Marche si pone l’obiettivo ambizioso di avviare almeno 400 nuove imprese su tutto il territorio regionale. L’importo massimo finanziabile è di 25.000 euro nel caso di imprese individuali, elevabile a 50.000 euro nel caso di società cooperative con almeno tre soci”.

Antonio Secchi, funzionario della Regione Marche, ha esposto i requisiti per accedere a questo tipo di finanziamenti, e invece, Paolo Ranzuglia, responsabile regionale di Banca Poplare Etica con cui Confcooperative Marche ha una convenzione, ha fatto conoscere le altre tipologie di contributi pubblici specifici per le cooperative e le modalità di finanziamento proposte da Banca Etica.


   

da Daniele Gattucci





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2010 alle 16:11 sul giornale del 13 novembre 2010 - 795 letture

In questo articolo si parla di attualità, impresa, Daniele Gattucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ejs





logoEV
logoEV