statistiche sito

Crisi Antonio Merloni, scaduto il bando per l'acquisto

azienda antonio merloni 2' di lettura 16/11/2010 -

“Il Bando internazionale per raccogliere le manifestazioni d’interesse per l’acquisto del gruppo fabrianese, fissato alle 18 di lunedì, sembra che si sia chiuso con manifestazioni d’interesse, ma è ancora presto per tirare le conclusioni”.



E’ quanto afferma l’assessore regionale alle Attività produttive, Sara Giannini secondo cui “ora ci vorranno ancora alcune settimane per verificare se le manifestazioni d’interesse si trasformeranno in proposte di acquisto a carattere vincolante”. “Siamo veramente speranzosi – continua Giannini - che il nostro forte impegno per far conoscere le opportunità del bando a soggetti diversi possa aver contribuito ad una positiva soluzione per l’azienda.”

“Non appena è emersa la crisi del Gruppo – spiega l’assessore - l’ente si è adoperato immediatamente ed energicamente per giungere, nell’ambito dell’amministrazione straordinaria, alla firma dell’Accordo di Programma, il 19 marzo scorso, per l’individuazione delle procedure e degli interventi di sostegno ai lavoratori e delle azioni di reindustrializzazione delle aree colpite dalla crisi dell’Antonio Merloni. Un accordo che, voglio sottolineare, è pienamente operativo e la maggior parte delle misure che la Regione Marche ha predisposto sono attive. Nell’Accordo esistono interventi che contribuiscono a porre le condizioni per il rilancio dello sviluppo economico e occupazionale di quella zona. A cominciare dall’utilizzo degli ammortizzatori sociali ordinari ed in deroga che servono a sostenere i lavoratori, compresi quelli dell’indotto, nella fase più difficile della crisi; oltre al bonus per chi assume lavoratori che provengono dal Gruppo; al Fondo di garanzia regionale per il sostegno alle operazioni di finanziamento delle imprese; al Fas per le opere di urbanizzazione, ristrutturazione e riuso; ai fondi per la formazione e riqualificazione dei lavoratori; alle normative regionali previste e già attive sul sostegno alle Cooperative comprese quelle formate da lavoratori che provengono da aziende in crisi”.

“Il 15 ottobre scorso, a Roma – conclude Giannini - si è svolto il primo incontro del Coordinamento, previsto nell’Accordo di Programma, in cui si è dato formalmente il via all’attuazione delle misure previste nel programma. Ci sono ancora questioni gestionali e procedurali da registrare ma il meccanismo è avviato”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2010 alle 18:25 sul giornale del 17 novembre 2010 - 743 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/epX





logoEV
logoEV