statistiche sito

Genga: la Pro Loco festeggia dieci anni di attività

3' di lettura 21/11/2010 -

“Nell’Agosto 2001 per volere di alcune persone e il benestare dell’Amministrazione Comunale, presieduta dal sindaco Giuseppe Dominaci, nasceva a Genga la Pro Loco”. Esordisce così, Mario Sonetti, presidente di questo sodalizio che si appresta a festeggiare i dieci anni di attività.



“Nel corso degli anni” continua “non sono mancati i problemi, difficoltà, diffidenze nella crescita di questa associazione, e palese avversità da parte di alcuni concittadini nei suoi dirigenti e nell’associazione stessa. Tuttavia non sono mai venuti meno coraggio, fiducia, tenacia e direi la caparbietà, tanto da aver raggiunto diversi importanti obiettivi”.

Nell’ordine? “Il primo, è la discreta cifra di 50 iscritti, pochi forse per chi ignora la realtà in cui viviamo, tanti per un piccolo Comune come il nostro, così frastagliato e dispersivo per l’ubicazione degli abitanti – sottolinea Bonetti -sebbene all’interno del direttivo si siano succeduti negli anni consiglieri e collaboratori, oggi possiamo dire con soddisfazione che il senso di responsabilità, giustizia e amore per il Paese hanno sempre prevalso. Ciò – rimarca ancora - va condiviso con tutti coloro che hanno creduto nel proprio lavoro così come le numerose e significative attività promosse a favore del territorio e della sua gente che costituiscono il secondo traguardo raggiunto”.

In questo contesto, Bonetti, passa ad elencare le iniziative messe a segno. “Va posta in evidenza la 10a Festa d’Autunno, con la sua ormai famosa Sagra della Polenta”, contestualmente al convegno sulla “Mela del Papa”, solennizzato più del solito quest’anno in occasione del 250° anniversario della nascita di Papa Leone XII. Manifestazione – ci risponde - che ha voluto, e vuole, vivacizzare e promuovere il nostro Castello di Genga, segno tangibile di fede, di laboriosità, di storia e di cultura. Infatti, nei tre giorni di festa un lunga schiera di stand hanno esposto lavori artigianali di vari mestieri, prodotti enogastronomici, così che i numerosi visitatori hanno potuto ammirare le bellezze del nostro Castello e gustare le varie specialità della nostra terra e cucina dove ha sempre prevalso lei: la Polenta. Ogni pietanza – ne parla con entusiasmo - è stata cucinata con maestria ed arte.

Il buon vino, la crescia, il cinghiale, la crescia fogliata, il visciolino, ecc. hanno soddisfatto anche il palato dei più esigenti. Non posso dimenticare nemmeno le esibizioni dei Gruppi folcloristici che hanno animato e rallegrato i convenuti. Grazie particolare va anche a tutti i collaboratori, alle cuoche, alle Istituzioni Comunali e Consortili, al personale del comunale, al comando Polizia Municipale e comando Stazione Carabinieri, attivi nel garantire l’ordine pubblico e nel regolare l’afflusso delle auto: un grazie particolare va pure alla Famiglia Conti Fiumi Sermattei e al Dott. Valerio Barberis – conclude il presidente della Pro Loco – Papa Leone XII disse: Genga, un umile Comune che sarà conosciuto in tutto il mondo; il 2 ottobre di questo anno il cardinale Comastri ha detto: Genga, una perla incastonata dalle mani di Dio tra questi monti”.


   

da Daniele Gattucci







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2010 alle 17:49 sul giornale del 22 novembre 2010 - 1279 letture

In questo articolo si parla di attualità, fabriano, genga, Daniele Gattucci, Pro Loco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/eB4





logoEV
logoEV